iloveboh

Pubalgia all'inguine

8 posts in this topic

La storia inizia un anno fa quando da casa mio nonno porto a milano una vecchia atala da corsa (fine 70 inizio 80), all'epoca abitavo a cassina de pecchi e per recarmi a lavoro o comunque per recarmi a milano usavo la bici (circa 15km andata e 15 ritorno).

Dunque dopo poco incomincio a sentire un leggetro fastidio al testicolo e all'inguine sinistro, e penso che sia dovuta alla sella veramente poco comoda, decido quindi che probabilmente è solo questione di abitudine. Passano i giorni e il fastidio non passa, sento il mio medico e mi dice che probabilmente non è niente, di cambiare la sella e se voglio di prendere un po' di anti infiammatori. Cambio la sella, prendo gli anti infiammatori ma nada.

Dopo un mesetto decido di mettere giù la bici e di stare un po' a riposo approfittando anche del fatto che la mia seconda fissa era in costruzione (la prima l'avevo venduta nel mentre).

Per farla breve, il dolore non passa, inizio tutti gli accertamenti esami del sangue, urine urologo, esame chirurgico ect ect

Insomma per farla breve mi è stata diagnosticata una pubalgia all'inguine (se non ho capito male un infiammazione del tendine che collega la gamba ai muscoli adduttori), ho fatto un ciclo di TECAR e a volte mi sembra vada benissimo, a volte invece che non cambi niente, oggi ho fatto vedere le ecografie alla fisiatra che mi ha detto che è una brutta roba e ha anche usato al parola CRONICA...che sinceramente mi ha demoralizzato un bel po'.

Comunque mi ha prescritto un altro ciclo di Tecar (e il mio portafoglio piange) e mi ha detto che avrebbe parlato con il medico che pratica le onde d'urto per capire se c'era margine d'azione.

Quello che volevo sapere era se qualcuno di voi ne ha mai sofferto e se è riuscito a guarire, oppure se ci convive con qualche accortezza...insomma volevo sapere se c'era qualcuno che sa dirmi qualcosa in più

Share this post


Link to post
Share on other sites

ne so poco, ma qui parla di soluzioni, ler cui penso possa interessarti

http://www.podistidoc.it/articoli/4388/pubalgia__quel_dolore_a_inguine_e_coscia.htm

Share this post


Link to post
Share on other sites

YOGA

in assoluto tutto quello che hai fatto o che ti stanno consigliando di fare è SINTOMATICO ovvero: toglie il sintomo ma non guarisci, iniziando una pratica come lo yoga il tuo fisico sarà "preparato" adeguatamente ad un'attività impegnativa come l'andare in bici.

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brutta bestia... ne ho sofferto quando giocavo a pallone, e ne sono uscito fortunatamente presto perchè l'ho affrontata quando era ancora ad uno stadio iniziale. Risolutive sono state alcune sedute da un osteopata, che mi ha rimesso in asse il bacino e mi ha consigliato una serie di posture che dovevo fare prima e dopo ogni allenamento. Non serve che ti avvisi di non sforzarti e stai attento perchè di solito una volta caldi il dolore diminuisce ma si rischia solo di peggiorare la situazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La storia inizia un anno fa quando da casa mio nonno porto a milano una vecchia atala da corsa (fine 70 inizio 80), all'epoca abitavo a cassina de pecchi e per recarmi a lavoro o comunque per recarmi a milano usavo la bici (circa 15km andata e 15 ritorno).

Dunque dopo poco incomincio a sentire un leggetro fastidio al testicolo e all'inguine sinistro, e penso che sia dovuta alla sella veramente poco comoda, decido quindi che probabilmente è solo questione di abitudine. Passano i giorni e il fastidio non passa, sento il mio medico e mi dice che probabilmente non è niente, di cambiare la sella e se voglio di prendere un po' di anti infiammatori. Cambio la sella, prendo gli anti infiammatori ma nada.

Dopo un mesetto decido di mettere giù la bici e di stare un po' a riposo approfittando anche del fatto che la mia seconda fissa era in costruzione (la prima l'avevo venduta nel mentre).

Per farla breve, il dolore non passa, inizio tutti gli accertamenti esami del sangue, urine urologo, esame chirurgico ect ect

Insomma per farla breve mi è stata diagnosticata una pubalgia all'inguine (se non ho capito male un infiammazione del tendine che collega la gamba ai muscoli adduttori), ho fatto un ciclo di TECAR e a volte mi sembra vada benissimo, a volte invece che non cambi niente, oggi ho fatto vedere le ecografie alla fisiatra che mi ha detto che è una brutta roba e ha anche usato al parola CRONICA...che sinceramente mi ha demoralizzato un bel po'.

Comunque mi ha prescritto un altro ciclo di Tecar (e il mio portafoglio piange) e mi ha detto che avrebbe parlato con il medico che pratica le onde d'urto per capire se c'era margine d'azione.

Quello che volevo sapere era se qualcuno di voi ne ha mai sofferto e se è riuscito a guarire, oppure se ci convive con qualche accortezza...insomma volevo sapere se c'era qualcuno che sa dirmi qualcosa in più

ciao,

iol'ho avuta forse in forma più lieve della tua ca 2 anni fa esattamente da quando ho cominciato a girare in fissa: dopo 1 mese di utilizzo facevo veramente fatica

soprattutto nel gesto di "tirare il pedale" per frenare...è stato un pò un calvario e ho preso la decisione di fermarmi per un mesetto in cui ho solo fatto uscite molto blande in bdc e un pò di piscina...

adesso ho ripreso da un pò e la cosa pare risolta (gratta gratta).

di sicuro sono movimenti "innaturali" a cui bisogna abituare le gambe.

di sicuro ti sconsiglierei di girare finchè senti dolore.

poi la parola i camici bianchi

in bocca al lupo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao! Prima cosa non demoralizzarti, è una cosa che PASSA! Serve tempo, a volte tanto tempo ma PASSA!

Io ne soffrivo circa 4-5 anni fa quando ancora giocavo a calcio.

E' iniziata con dei fastidi e dolori quando il muscolo era sotto sforzo, inizialmente pensavo di non fare un buon riscaldamento quindi non ho dato molto ascolto al dolore e ci ho sempre e comunque giocato sopra.

Dopo qualche mese, ho fatto qualche accertamento più preciso e mi è stata diagnosticata appunto una forma di pubalgia abbastanza avanzata all'inguine destro.

Dopo qualche seduta di fisioterapia e cure varie l'unico modo per aver pace è stato smettere di far sport.

Io ti dico, avevo una pubalgia che camminando normalmente per mezz'ora al centro commerciale mi dovevo sedere perchè non ce la facevo ad andare avanti.

L'unica soluzione è stata fare un pò di ginnastica posturale (sembra una cagata, fa cagare, ma serve, non te ne accorgi dei cambiamenti ma è parecchio utile) e tanto riposo.

Fatto sta che dopo 5-6 mesi di stop sono tornato come nuovo a giocare a calcio e non ne ho più sofferto!

Buona fortuna ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uff! Meno male, un po' mi hai rissolevato il morale, a questo punto indagherò la questione dello yoga e della ginnastica posturale!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.