Sign in to follow this  
Followers 0
francesco77

nuova influenza: io ho paura

10 posts in this topic

avevano detto che era una comune influenza e che erano a rischio solo vecchi e bambini o persone con malattie gravi invece nel mondo stanno morendo moltissimi giovani sanissimi, molti in inghilterra e in ultimo un ragazzo italiano di soli 24 anni che è in coma e con prognosi riservata, ecco l'articolo

http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/ar ... 8761.shtml

vorrei conoscere le vostre opinioni su questo virus, secondo voi c'è da preoccuparsi sul serio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il ragazzo di Parma ricoverato a Monza è il secondo caso grave. Giovedì ne hanno ricoverato uno, altrettanto giovane, al Niguarda di Milano e pure lui è in coma.

Da quello che mi hanno detto il problema è che il virus A/H1N1 è una mutazione di un ceppo influenzale particolarmente forte di oltre 30 anni fa (naturalmente modificatosi nella sua struttura nel corso degli anni) che sembrava sparito. Quindi le "nuove generazioni" (dai 35 in giù a grandi linee) non sono state vaccinate per questo tipo di influenza e si trovano ad essere più esposte di altre persone (vecchi, bambini e persone con altre patologie continuano ad essere le più colpite in ogni caso) in questo momento iniziale.

Se poi ci aggiungiamo il fatto che siamo abituati ad abusare di medicine per ogni cavolata e il nostro sistema immunitario non è dei migliori.

Se poi ci mettiamo i mass media che godono come dei ricci a terrorizzare la gente (qualcuno ricorda l'aviaria?).

Mi sembra naturale che siamo tutti un po' sul chi va là.

Comunque vorrei sottolineare che, ad oggi, il numero di morti accertati per questa influenza è di circa 2.000 quando una normale influenza ne provoca tra i 250.000 e i 500.000 in tutto il mondo.

Ovviamente la cosa non va sottovalutata (per intenderci si sta vagliando l'ipotesi di vaccinare, ad ottobre, non solo le categorie a rischio ma tutti i ragazzi al di sotto di una certa età).

Tranquilliziamoci tutti un attimo (e non imbottiamoci di tamiflu o altre schifezze in maniera preventiva!)

(preciso che non sono un medico o un chimico e tutto quello che so mi è stato detto quindi prendetelo con le pinze)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao è interessante ciò che scrivi e ci aggiungo che da quanto ho sentito al tg ci sarebbe una variante più violenta che attacca i polmoni. il problema è che ci sono troppe situazioni a rischio, basti vedere i luoghi "climatizzati" come un ufficio postale o una ricevitoria del lotto o bar o i luoghi affollati vedi metrò, autobus etc.

ci sono troppi luoghi di contagio e qst virus ha lo svantaggio di essere altamente trasmissibile.

il problema è che il giovane di parma ha contratto una forma influenzale che NON HA RISPOSTO ALLE TERAPIE. considerazioni del caso: aveva lui un sistema immunitario debole (pare di no!) allora è una variante più aggressiva del virus. dove l'ha contratto? in italia perchè non stava all'estero allora non sarà l'unico...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il virus influenzale, e sfiga vuole che il ceppo A a cui appartiene l'H1N1 sia uno dei più pericolosi per l'uomo (giusto per farti capire, la spagnola del 1918 era dello stesso tipo, quello che ci ritroviamo ora è una mutazione della spagnola), ha un codice genetico altamente instabile e quello che preoccupa l'organizzazione sanitaria mondiale è che entri in contatto con la classica influenza stagionale (H5N1 mi pare) che, a sua volta, è altrettanto instabile dal punto di vista genetico, dando luogo a un'altra tipologia di virus più aggressiva. Che non siamo pronti ad affrontare visto che il vaccino viene preparato 9-10 mesi prima della stagione influenzale per arrivare al momento clou con una buona dose di scorte (e a febbraio non si sospettava l'arrivo di una forma di influenza così aggressiva quindi siamo un pochino nelle canne, pronti per quella stagionale ma non per quela"suina". pota!).

Per quanto riguarda la polmonite il problema non è un sistema immunitario troppo debole ma, ironia della sorte, una difesa troppo veloce e potente che arriva a danneggiare i polmoni (ha a che fare con delle molecole chiamate citochine), è il caso del giovane di parma ed è una polmonite di tipo virale.

Oppure c'è l'altro tipo, la polmonite batterica, dovuta all'indebolimento del fisico, impegnato a combattere l'influenza, che non riesce a contrastare altri tipi di infezioni a livello polmonare causate da batteri abitualmente presenti nel nostro corpo ma solitamente tenuti a bada.

Comunque per ora bisogna stare calmi e vedere cosa succede, in ogni caso non possiamo farci nulla (a parte le solite cose che si fanno per non prendere l'influenza stagionale...tipo non uscire in biga a petto nudo il venerdì sera per farsi il ponte della ghisolfa a duemila km/h!!!).

Può essere che si sgonfi l'allarme come può essere che la situazone diventi critica.

Magari non limitatevi ad ascoltare Studio Aperto che ci prende un po' per i fondelli (anche se trovo interessanti gli "approfondimenti" che mandano in onda tra le 12e53 e le 13) e, se riuscite, cercate qualche informazione pubblicata sulle riviste mediche on-line.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma io mi chiedo dove stava calmo calmo e latente in virus per 30anni? o da quando è mutato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma io mi chiedo dove stava calmo calmo e latente in virus per 30anni? o da quando è mutato?

1- stiamo parlando di mutazioni di virus, è ovvio che non è lo stesso virus.

il ceppo virale è lo stesso di una forma abbastanza pesante di influenza di 30 anni e passa fa per cui i mocciosi dell'epoca furono specificatamente vaccinati, loro hanno già gli anticorpi adatti (a grandi linee) quindi su di loro la malattia ha un effetto minore. poi se la beccano lo stesso ma, magari, non ci lasciano le penne.

2- se qui da noi (italia, europa, emisfero nord...checcavolo ne so!!!) non si manifesta un virus per 30 anni non vuol dire che questo sia sparito dalla faccia della terra. altrimenti non ci sarebbe motivo per fare 2 miliardi di vaccinazioni quando vai in alcuni paesi all'estero. sei stato vaccinato per l'ebola? e per la peste bubbonica? bhe, sappi che sono malattie ancora presenti in congo e libia. cosa pensi che potrebbe succedere se un turista ce la porta in italia? (tipo l'anno scorso con un caso di peste a venezia...e stiamo parlando di malattie che non si modificano molto rapidamente quindi il vaccino è sempre quello -motivo per cui riusciamo a contenere le epidemie-)

3- descrizione presa da wikipedia:

"It is thought to be a reassortment of four known strains of influenza A virus[120]: one endemic in (normally infecting) humans, one endemic in birds, and two endemic in pigs (swine)."

la sua pericolosità sta nel fatto di essere l'insieme di 4 differenti tipi di influenza, di essere molto forte, di essere facilmente trasmissibile e, soprattutto, di essere inaspettata in questa forma. Ergo, non abbiamo il vaccino pronto in magazzino. Tutto qui. Non esiste un'influenza imbattibile solo che per produrre la medicina giusta ci vogliono mesi. Tutto qui, è una questione di tempi e basta.

(E comunque la situazione non è ancora allarmante come vogliono farci credere)

Share this post


Link to post
Share on other sites

o da quando è mutato?

non avevo letto questa parte. scusa.

dunque, per quel che mi ricordo dalle spiegazioni che mi erano state date il "ciclo dell'influenza" è questo:

gennaio-febbraio: fine del momento clou di contagio, vengono presi i batteri morti (inattivi) su cui vengono

creati 3-4-5-6 diversi vaccini per la nuova stagione (non sapendo ancora quale potrà essere l'evoluzione genetica del nuovo virus si creano diversi vaccini in modo da poter utilizzare quello più efficace)

febbraio-settembre: cause farmaceutiche producono tonnellate di vaccino

settembre-ottobre: si identifica il nuovo ceppo virale e si distribuiscono i vaccini adatti. la gente si fa immunizzare etc. etc.

novembre-dicembre-gennaio: l'influenza se la viaggia, se la gode, se la gusta, fa un po' quel cacchio che gli pare. un casino di gente muore ma molta di più se la cava con un semplice attacco di squarauss.

e via così all'infinito...

il virus, data la sua instabilità, muta durante tutto il corso dell'anno, infatti non è che non ti prendi l'influenza, te la prendi ma sei un po' più preparato e riesci a contrastarla se ti fai il vaccino (nel caso di categorie a rischio) oppure te la prendi, ti passi 2-3 giorni a letto ma il tuo forte fisico da ciclista fissato ti aiuta a uscirne indenne.

quest'anno il problema sta nel fatto che l'influenza è più forte del solito ed è stata riconosciuta solo ad aprile, quando la produzione per i vaccini era già partita in grande stile per produrre medicine che si è scoperto non andare bene. quindi si è dovuto ricominciare da capo, posticipando la produzione che arriverà, secondo le previsioni, nelle farmacie, disponibile a tutti, verso la fine di dicembre. nel pieno momento del momento clou.

(comunque sembra che per arginare il problema sia stata aumentata la produzione giornaliera di vaccini e medicine adatte al caso)

Share this post


Link to post
Share on other sites

oppure te la prendi, ti passi 2-3 giorni a letto ma il tuo forte fisico da ciclista fissato ti aiuta a uscirne indenne.

ehhhm sarebbe davvero un ottimo auspicio! però io dico, il ragazzo grave era sano e non ha risposto bene alle cure quindi sta a dire che le cure non funzionano con questo virus più aggressivo. la mia considerazione è allora ma sto ragazzo è stato contagiato da un'altra persona che ne ha contagiati altri e lui ne ha contagiati altri.

il mio timore è che si diffonda una versione più aggressiva e poco curabile del virus.

ps su youtube gira questo video...

http://www.youtube.com/watch?v=nYu9ejXZ8Q8

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi riferivo ai tipi di influenza avuti fino ad oggi.

ripeto che non sono nè un medico nè un chimico o un biologo, ho una leggera infarinatura sugli argomenti e tanta curiosità (e gente che perde tempo a spiegarmi le cose).

non so come si evolverà la cosa, so che i medici del san gerardo erano preparati a fronteggiare questa situazione, so che il paziente è in condizioni critiche ma stazionarie e si parla di un lieve miglioramento (e comunque non è in coma ma in coma indotto, due cose ben diverse), so che nei prossimi giorni e mesi ci saranno altri casi, indubbiamente, e magari ci scapperà anche il morto perchè non è stata riconosciuta la malattia o non si è agito tempestivamente.

Dopodichè sono fiducioso e me la vivo tranquillamente, se lo riterrò opportuno a ottobre mi faccio il vaccino (per la prima volta in vita mia), se invece la questione si sgonfia tanto meglio.

Comunque non intendo fasciarmi la testa dopo aver ascoltato due o tre servizi allarmistici di un tg di seconda categoria.

p.s. Per quanto riguarda il filmato su Youtube lo prendo con le pinze. Non credo molto nelle teorie di complotti e sulla creazione in laboratorio di armi apocalittiche per rovesciare la situazione politica del paese. Credo molto di più nel business delle case farmaceutiche che sintetizzano virus, li immettono sul mercato e, nel momento di massima richiesta, rilasciano l'antidoto che era già pronto da mesi.

It's evolution, baby ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.