turroyoyo

ruote lenticolari...

17 posts in this topic

Piu che un consiglio la mia è una curiosità!!! che vantaggi danno in pista le lenticolari?? una ruota raggiata (ovviamente a parità di materiali) a livello di aerodinamica e peso non dovrebbe essere piu efficace???

Share this post


Link to post
Share on other sites

Piu che un consiglio la mia è una curiosità!!! che vantaggi danno in pista le lenticolari?? una ruota raggiata (ovviamente a parità di materiali) a livello di aerodinamica e peso non dovrebbe essere piu efficace???

hai idea delle decine di vortici che crea una ruota raggiata, a confronto di una superficie liscia? moser 1984 ti dice nulla?

4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Piu che un consiglio la mia è una curiosità!!! che vantaggi danno in pista le lenticolari?? una ruota raggiata (ovviamente a parità di materiali) a livello di aerodinamica e peso non dovrebbe essere piu efficace???

il peso non influisce sull'aerodinamica della ruota!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Piu che un consiglio la mia è una curiosità!!! che vantaggi danno in pista le lenticolari?? una ruota raggiata (ovviamente a parità di materiali) a livello di aerodinamica e peso non dovrebbe essere piu efficace???

hai idea delle decine di vortici che crea una ruota raggiata, a confronto di una superficie liscia? moser 1984 ti dice nulla?

cazzo riky ho sbagliato, ti stavo dando +1 ed ho cliccato male! :-(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Piu che un consiglio la mia è una curiosità!!! che vantaggi danno in pista le lenticolari?? una ruota raggiata (ovviamente a parità di materiali) a livello di aerodinamica e peso non dovrebbe essere piu efficace???

hai idea delle decine di vortici che crea una ruota raggiata, a confronto di una superficie liscia? moser 1984 ti dice nulla?

anche meno uno, già...copio e incollo da wikipedia, proprio da becero

La ruota lenticolare è una particolare ruota per bici da corsa in cui non vi sono più i raggi a collegare il mozzo al cerchio, ma un'unica struttura solida.

Il nome deriva dalla forma del disco in questione, che non è piatto ma appunto a forma di lente. Il profilo è studiato appositamente per avere un'ottima penetrazione aerodinamica.

La ruota lenticolare venne introdotta nel mondo delle competizioni agonistiche per la prima volta da Francesco Moser in occasione del suo Record dell'ora del 1984. Il vantaggio dato da tale ruota permise al ciclista trentino di migliorare la prestazione del 1972 di Eddy Merckx.

Nel 1984 Moser usò la ruota lenticolare per vincere la crono conclusiva e la classifica finale del Giro d'Italia e la usò anche la nazionale italiana di ciclismo che vinse alle olimpiadi di Los Angeles la medaglia d'oro nella 100 km.

Tuttavia in seguito il suo utilizzo venne proibito dall'Unione Ciclistica Internazionale, che oggi ne permette l'uso solo nelle gare a cronometro e nel ciclismo su pista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Piu che un consiglio la mia è una curiosità!!! che vantaggi danno in pista le lenticolari?? una ruota raggiata (ovviamente a parità di materiali) a livello di aerodinamica e peso non dovrebbe essere piu efficace???

hai idea delle decine di vortici che crea una ruota raggiata, a confronto di una superficie liscia? moser 1984 ti dice nulla?

cazzo riky ho sbagliato, ti stavo dando +1 ed ho cliccato male! :-(

sei un finocchio ;)

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

aggiungo solo che la doppia lenticolare rende la bici davvero poco poco guidabile, qundi perfetta per gare individuali su pista (inseguimento e km). Per tutto il resto è meglio accettare una minore resa areodinamica in favore di qualcosa di più direzionabile davanti, come una ruota a razze o un'alto profilo (e per alto qui intendo minimo 56mm)

Share this post


Link to post
Share on other sites

spiegazione spiccia in base al mio feeling, passando da una ruota classica a una lenticolare la prima sensazione che hai è quella dell'effetto volano, anche se tu smetti di spingere, la ruota ha inerzia e tende a "girare da sola".

nelle discipline di velocità questo ti aiuta molto sia in fase di lancio della volata sia nella fase finale quando non nehai più.

nelle gare di gruppo invece a volta la trovo quasi scomoda perchè se chi hai davanti rallenta l'andatura devi esercitare più forza per rallentare la tua in quanto devi contrastare l'inerzia della ruota.

3 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Piu che un consiglio la mia è una curiosità!!! che vantaggi danno in pista le lenticolari?? una ruota raggiata (ovviamente a parità di materiali) a livello di aerodinamica e peso non dovrebbe essere piu efficace???

hai idea delle decine di vortici che crea una ruota raggiata, a confronto di una superficie liscia? moser 1984 ti dice nulla?

cazzo riky ho sbagliato, ti stavo dando +1 ed ho cliccato male! :-(

Ho rimediato io, peccato per Malnatt che avrebbe meritato anch'esso un +1...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille!!! non avevo pensato alla questione dei vortici!!=)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille!!! non avevo pensato alla questione dei vortici!!=)

normalmente per strada od in velodromo è difficile rendersi conto di quanto atrito facciano i raggi, ma se si prova a pedalare un attimop sui rulli liberi ci si accorge immediatamente di che vortici generi l'atrito dei raggi con l'aria!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille!!! non avevo pensato alla questione dei vortici!!=)

normalmente per strada od in velodromo è difficile rendersi conto di quanto atrito facciano i raggi, ma se si prova a pedalare un attimop sui rulli liberi ci si accorge immediatamente di che vortici generi l'atrito dei raggi con l'aria!

ecco, quello sui rulli liberi è quasi un vantaggio, anzi ci sarebbe da montere delle palette sui raggi che mandino su un po' d'aria..e non spreci nemmeno l'energia elettrica del ventilatore! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille!!! non avevo pensato alla questione dei vortici!!=)

normalmente per strada od in velodromo è difficile rendersi conto di quanto atrito facciano i raggi, ma se si prova a pedalare un attimop sui rulli liberi ci si accorge immediatamente di che vortici generi l'atrito dei raggi con l'aria!

ecco, quello sui rulli liberi è quasi un vantaggio, anzi ci sarebbe da montere delle palette sui raggi che mandino su un po' d'aria..e non spreci nemmeno l'energia elettrica del ventilatore! ;)

dai non fare il ciccione peloso (cit.) che sudare fa bene! ;-)

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

spiegazione spiccia in base al mio feeling, passando da una ruota classica a una lenticolare la prima sensazione che hai è quella dell'effetto volano, anche se tu smetti di spingere, la ruota ha inerzia e tende a "girare da sola".

nelle discipline di velocità questo ti aiuta molto sia in fase di lancio della volata sia nella fase finale quando non nehai più.

nelle gare di gruppo invece a volta la trovo quasi scomoda perchè se chi hai davanti rallenta l'andatura devi esercitare più forza per rallentare la tua in quanto devi contrastare l'inerzia della ruota.

scusa ma non mi torna qualcosa, la lenticolare fa l'effetto volano penso più che per la forma per il peso maggiore rispetto a una ruota a razze/raggi quindi una volta che prende velocità è più facile mantenerla perchè in parte spinge lei, fino a qui penso tutto corretto, invece nella fase di lancio teoricamente la situazione dovrebbe essere peggiore non migliore perchè hai un maggiore peso da mettere in moto, io parlo puramente da un punto di vista teorico perchè una lenticolare non l'ho mai provata ma per le leggi della fisica il discorso dovrebbe essere questo.sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

spiegazione spiccia in base al mio feeling, passando da una ruota classica a una lenticolare la prima sensazione che hai è quella dell'effetto volano, anche se tu smetti di spingere, la ruota ha inerzia e tende a "girare da sola".

nelle discipline di velocità questo ti aiuta molto sia in fase di lancio della volata sia nella fase finale quando non nehai più.

nelle gare di gruppo invece a volta la trovo quasi scomoda perchè se chi hai davanti rallenta l'andatura devi esercitare più forza per rallentare la tua in quanto devi contrastare l'inerzia della ruota.

scusa ma non mi torna qualcosa, la lenticolare fa l'effetto volano penso più che per la forma per il peso maggiore rispetto a una ruota a razze/raggi quindi una volta che prende velocità è più facile mantenerla perchè in parte spinge lei, fino a qui penso tutto corretto, invece nella fase di lancio teoricamente la situazione dovrebbe essere peggiore non migliore perchè hai un maggiore peso da mettere in moto, io parlo puramente da un punto di vista teorico perchè una lenticolare non l'ho mai provata ma per le leggi della fisica il discorso dovrebbe essere questo.sbaglio?

sì, state dicendo la stessa cosa, solo che malnatt intende la fase di lancio dei 200 metri, quindi quando dai 40 devi andare fino almeno ai 60km/h. La lenticolare è difficile da rilanciare ad es nelle gare di gruppo dove può anche capitarti di fare i 30 e poi dover agganciare un gruppo ai 50....

poi stiamo senza dirlo parlando della "nonnetta ghibli" che è in aramide ora fan lenticolari leggere leggere tutto carbonio e questo problema è quasi scomparso...ma ci vanno dei mutui per portarle a casa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.