Aldone

Scarpe DZR GMT-8

11 posts in this topic

- Denominazione: DZR GMT-8

- Prezzo: 85 euro

- Luogo di acquisto: Maximiglio Torino (distributore italiano)

- Reperibilità: Maximiglio o i negozi che decideranno di tenerla

- Descrizione: Scarpa tipo sneaker con suola SPD compatibile predisposta per l’utilizzo di tacchette per pedali automatici da MTB (Shimano, CrankBros, Time).

La scarpa è indistinguibile da una normale scarpa da skate “vecchia scuola” tipo Converse All Stars, la suola è vulcanizzata ed è rigida nella parte anteriore dove ci sono le piastre per le tacchette e morbida sul tallone, per cui la camminata è comodissima.

La morbidezza della suola perde un po’ rispetto a scarpe specifiche da bici che però risultano “incamminabili” una volta fuori dai pedali.

- Periodo di utilizzo: 4 mesi

- Tipo di utilizzo: cittadino in condizioni meteo favorevoli, dal momento che si tratta di una scarpa in tela ne sconsiglierei l'utilizzo in condizioni meteo avverse a meno di non volersi trovare i piedi zuppi in pochi minuti.

Ci ho pedalato, ci ho fatto shopping al centro commerciale, ci ho passeggiato e le ho tenute ai piedi per diverse ore.

- Pregi: costa relativamente poco per il tipo di scarpa, una volta staccate dai pedali nessuno (a meno di guardare la suola) potrebbe distinguerla da delle normali scarpe sportive per cui ottime per commuting e per non sembrare “uno vestito da ciclista”

- Difetti: per lunghe percorrenze la suola risulta troppo morbida, è una scarpa un po’ leggerina, con fango, acqua o sporco (tipo utilizzo MTB) durerebbe poco.

- Rapporto qualità prezzo: ottimo

- Prodotti simili provati e relativi paragoni: Shimano MP66 e Northwave tipo trekking, nonostante siano tra le scarpe meno “da bici” sul mercato rimangono dal look troppo sportivo e con la suola troppo rigida e scomoda.

- Lo ricomprerei si/no e perchè: assolutamente si, perché con queste scarpe ci fai veramente di tutto e i pedali automatici per pedalare sono meglio di qualunque gabbietta, cinghietto o strap.

- Foto:

gmt-8-medium.jpg

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

confermo tutto .... bravo Aldone...non hanno rigidità e precisione di scarpe "dedicate" ma ci fai tutto soprattutto se sei maniaco degli attacchi .....consigliatissime

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho fatto una recensione di ste scarpe dopo un anno di utilizzo. Riporto il testo, per le immagini andate direttamente sul mio blog.

http://gearsareforlo...recensione.html

E da un anno buono che sulla fissa da città pedalo con delle DZR GMT-8 e ho pensato di fare una recensione per cercare di capire se queste scarpe sono in grado di soddisfare le esigenze del ciclista urbano che vuole usare i pedali automatici e allo stesso tempo avere una calzatura dall'aspetto civile e comoda per camminare.

- look

Esteticamente le GMT-8 sono un mix ben riuscito di una scarpa da skate e una da tempo libero. La tela che costituisce gran parte della calzatura ricorda molto le Converse All star, mentre la forma è più simile a una scarpa da skate tradizionale come quelle prodotte da DC, Vans, Circa, etc...

L'inserto catarifrangente a forma di maglia di catena sul retro della scarpa è quella chicca che rende questo prodotto ancora più chic.

L'unica nota negativa per quel che riguarda il look è l'utilizzo di troppe parti di colore bianco che finiscono per sporcarsi molto presto se si gira per locali affollati: e siccome io sono un supergiovane che continua a bazzicare per pub e discoteche mi trovavo sempre a doverle pulire per evitare di fare la figura del clochard. Ma pare che sia una tendenza abbastanza in voga anche da parte di altri produttori, peccato.

- pedalata e camminata

Se DZR voleva fare una calzatura rigida abbastanza per poter pedalare in modo efficente, ma allo stesso tempo comoda per poter camminare diversi kilometri come se fosse una scarpa da ginnastica posso affermare senza esitazione che hanno raggiunto in pieno il loro obiettivo.

Ovviamente non ci troviamo davanti a un prodotto da gara con suola ultrarigida e infatti quando si spinge veramente forte sui pedali un minimo di flessione è percepibile, ma non è nulla in confronto a quello che mi capitava con scarpe come le Vans Slip on dove, alla lunga, i bordi del pedale risultavano anche dolorosi. La possibilità di poter usare pedali automatici su una fissa ha un sacco di vantaggi: prima di tutto si può spingere ben più forte che con le gabbiette, poi l'aggancio del pedale a bici in movimento è facile e infine, se come nel mio caso la bicicletta è una conversione e non un pista e quindi col movimento centrale basso, portando a mano la bici non si dovrà più avere a che fare col rumoroso e fastidioso fenomeno delle gabbiette che strisciano per terra a ogni giro. E IMHO pure la linea della bici ci guadagna in positivo.

E in quanto a camminata, a parte che ci si dimentica che sotto alla suola c'è la tacchetta dell'spd, non c'è null'altro da dire. Anzi sì, qualcosa da dire c'è: proprio perché la suola ha un bel buco nel centro, nel caso si dovesse camminare su un pavimento bagnato l'aderenza sarebbe davvero precaria, ma basta saperlo. Su asciutto invece nessun problema. Il disegno della suola è mediamente liscio e infatti in mountain bike non mi sono trovato per niente bene in quanto avrei preferito avere qualche tassello un po' più aggressivo per non rischiare sempre di cadere nei tratti a piedi.

Insomma, nel complesso DZR ha creato un ottimo compromesso tra sportività e comodità, senza eccessi e che funziona molto bene.

- resistenza nel tempo

Sotto questo aspetto le scarpe le ho trovate un po' scarsine, soprattutto per un utilizzo su bici fissa, dove oltre a spingere bisogna anche tirare sui pedali, per esempio per skiddare. La cosa spiacevole che è successa è che dopo un paio di mesi alcune cuciture (cerchio rosso) stavano iniziando ad aprirsi. Così ho dovuto fare aggiungere dal calzolaio una cucitura di rinforzo per ogni lato (4 in totale) e per sicurezza ho pure infilato nei buchi del laccio più basso un cavetto d'acciaio (linea blu) tenuto fermo da due micro morsetti a vite. Ora le parti della scarpa sono decisamente più attaccate insieme di come lo fossero da nuove. Mi auguro che per i modelli dei prossimi anni DZR riesca a migliorare i suoi prodotti sotto questo punto di vista.

I lacci inizialmente erano elastici, ma dopo un po' di utilizzo e qualche acquazzone si sono allungati e hanno perso tutta l'elasticità iniziale.

- giudizio finale

Nel complesso DZR ha fatto un bel lavoro con queste scarpe. Ci sono alcuni difetti facilmente correggibili ma mi sento comunque di consigliare caldamente a chiunque avesse voglia di usare i pedali automatici in città l'acquisto di queste scarpe. Guardando ai futuri prodotti di quest'azienda sembrano interessanti le Minna che hanno un disegno rivisitato e promettono bene.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

- resistenza nel tempo

Sotto questo aspetto le scarpe le ho trovate un po' scarsine, soprattutto per un utilizzo su bici fissa, dove oltre a spingere bisogna anche tirare sui pedali, per esempio per skiddare. La cosa spiacevole che è successa è che dopo un paio di mesi alcune cuciture (cerchio rosso) stavano iniziando ad aprirsi. Così ho dovuto fare aggiungere dal calzolaio una cucitura di rinforzo per ogni lato (4 in totale) e per sicurezza ho pure infilato nei buchi del laccio più basso un cavetto d'acciaio (linea blu) tenuto fermo da due micro morsetti a vite. Ora le parti della scarpa sono decisamente più attaccate insieme di come lo fossero da nuove. Mi auguro che per i modelli dei prossimi anni DZR riesca a migliorare i suoi prodotti sotto questo punto di vista.

I lacci inizialmente erano elastici, ma dopo un po' di utilizzo e qualche acquazzone si sono allungati e hanno perso tutta l'elasticità iniziale.

Ottima!

Visto che già mi avevi parlato di questo difettuccio all'alley bolognese, ho optato per il modello concubine, che ha meno cuciture, a fronte di una linea più particolare. Le uso solo da un mese, quindi per una recensione è presto.

Diciamo che il buon Enry è uno che pedala veramente tanto, non vi spaventate quindi per come le ha ridotte in un anno!

concubine-medium.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi,vorrei acquistarne un paio,ma dovendole acquistare on line vorrei sapere se la cazata coincide con la taglia o conviene prenderle una taglia piu grande?

Sicuro di una vostra risposta vi ringrazio sin d'ora

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi,vorrei acquistarne un paio,ma dovendole acquistare on line vorrei sapere se la cazata coincide con la taglia o conviene prenderle una taglia piu grande?

Sicuro di una vostra risposta vi ringrazio sin d'ora

vorrei prenderle anche io, il rivenditore ufficiale (maximiglio) non risponde alle mail da settimane e io non so dove altro cercarle. tu dove le prenderesti eventualmente!? ciao e grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi,vorrei acquistarne un paio,ma dovendole acquistare on line vorrei sapere se la cazata coincide con la taglia o conviene prenderle una taglia piu grande?

Sicuro di una vostra risposta vi ringrazio sin d'ora

vorrei prenderle anche io, il rivenditore ufficiale (maximiglio) non risponde alle mail da settimane e io non so dove altro cercarle. tu dove le prenderesti eventualmente!? ciao e grazie

Ciao ,ho visto sul sito ufficiale DZR che si possono acquistare direttamente da loro!

Share this post


Link to post
Share on other sites

a beh si, certo...però volevo evitare evitare le spedizioni da san francisco. preferisco aspettare e sperare che maximiglio mi risponda :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

a beh si, certo...però volevo evitare evitare le spedizioni da san francisco. preferisco aspettare e sperare che maximiglio mi risponda :)

Al mio amico, recatosi da lui per me, ha detto che non ha ricevuto nessuna mia mail.:/

Forse tiene problemi di posta elettronica.

Non sarebbe male che qualche utente torinese andasse ad avvertirlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho preso un 42 e corrisponde ad un 42 converse/nike/adidas, di sicuro non più piccolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.