Sign in to follow this  
Followers 0
enclair

OGGI 21/04 Ciclo flash-mob per corso Buenos Aires

3 posts in this topic

copio e incollo una newsletter che mi hanno girato poco fa:

Oggi pomeriggio, alle 18, la sindaca Letizia Moratti è attesa con l’assessore Simini per un evento inaugurale in corso Buenos Aires, dove si sta ultimando l’intervento di riqualificazione dell’arredo urbano, i cui lavori sono iniziati all’incirca un anno fa.

Fiab CICLOBBY aveva chiesto sin dal primo annuncio del progetto che anche la bici venisse considerata. Ma nessun impegno è stato ottenuto in tal senso, quando ancora era in carica l’assessore Croci.

Anche durante la presentazione del progetto al Consiglio di zona 3, la sera prima della partenza dei lavori, l’assessore Bruno Simini, titolare dei lavori pubblici, aveva banalizzato la proposta, illustrata in quella sede da alcuni rappresentanti della nostra associazione.

Così, una riqualificazione da oltre tre milioni di euro su una strada simbolica della città, ciclisticamente molto frequentata, non ha dedicato un solo centesimo alla bici. Nessuna corsia ciclabile, nessuna attrezzatura per la sosta delle bici... Nulla! La bicicletta non era evidentemente abbastanza degna di considerazione.

Lo scorso giugno, a lavori ormai avviati, Fiab CICLOBBY ha quindi lanciato una petizione per chiedere strada alla bici in Corso Buenos Aires, raccogliendo oltre tremila adesioni, per cercare di ottenere l’attenzione che era mancata nel progetto.

Lo stesso testo della petizione di Fiab CICLOBBY veniva fatto proprio da alcuni consiglieri comunali (Carlo Montalbetti, Pierfrancesco Maran, Carola Colombo), con una mozione da discutere in Aula.

Abbiamo anche varie volte in questi mesi cercato di incontrare l’assessore alla Mobilità e Traffico De Corato per trattare con lui della nostra proposta, ma i nostri tentativi sono tutti caduti nel vuoto.

Per sollecitare la discussione della mozione in Consiglio comunale, CICLOBBY ha quindi organizzato in novembre un corteo in bicicletta fino a Palazzo Marino, affidando al presidente del Consiglio Manfredi Palmeri, che aveva ricevuto in piazza della Scala i manifestanti, le firme raccolte con la petizione.

Da novembre, la mozione su corso Buenos Aires è stata inserita una sola volta nell’ordine dei lavori, ma è saltata per il prolungarsi della discussione sul bilancio, durata alcuni mesi. E ad oggi quel documento non è stato mai discusso in Consiglio, anche per il disinteresse dimostrato dai capigruppo. Così di fatto frustrando anche questo tentativo di dibattere pubblicamente le ragioni di una scelta incomprensibile e secondo noi sbagliata.

Per tutti questi motivi, ci troviamo OGGI alle 18 in corso Buenos Aires 22 (ang. via San Gregorio) per un CICLO FLASH-MOB che riporti all’attenzione della città, superando inaugurazioni dalle evidenti finalità propagandistiche, la centralità della mobilità ciclistica, anche in questa importante arteria commerciale, che, concluse le opere di cantiere, oggi appare invece come un’importante occasione perduta. Un’altra. L’ennesima.

Indosseremo un bavaglio bianco sulla bocca, per rappresentare in modo simbolico il fatto che a CICLOBBY è stato impedito un confronto nel merito con l’Amministrazione comunale sulla proposta da noi avanzata.

Fiab CICLOBBY

che ne pensate?

io magari un salto lo faccio..

Share this post


Link to post
Share on other sites

copio e incollo una newsletter che mi hanno girato poco fa:

Oggi pomeriggio, alle 18, la sindaca Letizia Moratti è attesa con l’assessore Simini per un evento inaugurale in corso Buenos Aires, dove si sta ultimando l’intervento di riqualificazione dell’arredo urbano, i cui lavori sono iniziati all’incirca un anno fa.

Fiab CICLOBBY aveva chiesto sin dal primo annuncio del progetto che anche la bici venisse considerata. Ma nessun impegno è stato ottenuto in tal senso, quando ancora era in carica l’assessore Croci.

Anche durante la presentazione del progetto al Consiglio di zona 3, la sera prima della partenza dei lavori, l’assessore Bruno Simini, titolare dei lavori pubblici, aveva banalizzato la proposta, illustrata in quella sede da alcuni rappresentanti della nostra associazione.

Così, una riqualificazione da oltre tre milioni di euro su una strada simbolica della città, ciclisticamente molto frequentata, non ha dedicato un solo centesimo alla bici. Nessuna corsia ciclabile, nessuna attrezzatura per la sosta delle bici... Nulla! La bicicletta non era evidentemente abbastanza degna di considerazione.

Lo scorso giugno, a lavori ormai avviati, Fiab CICLOBBY ha quindi lanciato una petizione per chiedere strada alla bici in Corso Buenos Aires, raccogliendo oltre tremila adesioni, per cercare di ottenere l’attenzione che era mancata nel progetto.

Lo stesso testo della petizione di Fiab CICLOBBY veniva fatto proprio da alcuni consiglieri comunali (Carlo Montalbetti, Pierfrancesco Maran, Carola Colombo), con una mozione da discutere in Aula.

Abbiamo anche varie volte in questi mesi cercato di incontrare l’assessore alla Mobilità e Traffico De Corato per trattare con lui della nostra proposta, ma i nostri tentativi sono tutti caduti nel vuoto.

Per sollecitare la discussione della mozione in Consiglio comunale, CICLOBBY ha quindi organizzato in novembre un corteo in bicicletta fino a Palazzo Marino, affidando al presidente del Consiglio Manfredi Palmeri, che aveva ricevuto in piazza della Scala i manifestanti, le firme raccolte con la petizione.

Da novembre, la mozione su corso Buenos Aires è stata inserita una sola volta nell’ordine dei lavori, ma è saltata per il prolungarsi della discussione sul bilancio, durata alcuni mesi. E ad oggi quel documento non è stato mai discusso in Consiglio, anche per il disinteresse dimostrato dai capigruppo. Così di fatto frustrando anche questo tentativo di dibattere pubblicamente le ragioni di una scelta incomprensibile e secondo noi sbagliata.

Per tutti questi motivi, ci troviamo OGGI alle 18 in corso Buenos Aires 22 (ang. via San Gregorio) per un CICLO FLASH-MOB che riporti all’attenzione della città, superando inaugurazioni dalle evidenti finalità propagandistiche, la centralità della mobilità ciclistica, anche in questa importante arteria commerciale, che, concluse le opere di cantiere, oggi appare invece come un’importante occasione perduta. Un’altra. L’ennesima.

Indosseremo un bavaglio bianco sulla bocca, per rappresentare in modo simbolico il fatto che a CICLOBBY è stato impedito un confronto nel merito con l’Amministrazione comunale sulla proposta da noi avanzata.

Fiab CICLOBBY

che ne pensate?

io magari un salto lo faccio..

Mi sembra strano a dirsi ma bisognerebbe chiamare Striscia La Notizia, tanto la Moratti lo sa che un sacco di gente guarda questi programmi, sai che bella sputtanata...riqualificazione urbana da 3 milioni e niente posto per le bici...e poi si fa bella con il Bike Sharing...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cazzo non riesco ma sarei venuto volentieri! credo che corso Buenos Aires tocchi il suo massimo splendore quando viene chiuso e ANCMA ci organizza gli eventi! :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.