Dens

Alleycat o caccia al tesoro?

28 posts in this topic

Mi riallaccio alle varie “polemiche” che saltano spesso fuori quando si parla di queste garette in bicicletta e mi domando ma un' Alleycat che roba è?

Quel che so è che tanti anni fa in una grande metropoli canadese ad un Bike Messenger è venuta la bella idea di organizzare una gara tra colleghi per decretare chi fosse il “gatto” più veloce.

Mi immagino una situazione del tipo il più bastardo del gruppo si inventa un percorso il più bastardo possibile si trova con i suoi amici, cacciano 10 dollari a testa e il primo che completa il giro si porta a casa il gruzzoletto. Niente regole niente menate semplicemente vinca il migliore. Bello!

Poi salta fuori che degli amici organizzano una garetta a Lodi, e visto che si corre in casa non posso mancare e devo dire che mi sono divertito, il percorso era naturalmente corto ma sufficientemente bastardo e tirare fuori il “giro perfetto” non era facile nemmeno per un local. Ha vinto un mio amico che pedala davvero e che è riuscito a chiudere la gara in soli 26 km, io ho perso la volata per il secondo posto e abbiamo chiuso con 29 km ma c'è gente che di km se ne è fatti 40!

Ha vinto chi ha dimostrato di conoscere meglio la città e quei 3 km che si risparmiavano tagliando per i campi hanno fatto la differenza, io ed il mio socio di giornata siamo arrivati a meno di 10 minuti dal primo, più o meno abbiamo pedalato come lui, ma il “giro perfetto” non lo abbimo imbroccato. Per la cronaca il giro se lo erano studiati Beppe della Unociclofficina e Marchino alias “capitan kebab” che faceva il corriere TNT a Lodi ed era stata la preoccupazione principale.

Poco dopo siamo andati all'alley di Brescia e sono rimasto deluso; mi sono perso di brutto e ho chiuso in meno di 20 km! Ma dico hai per le mani Brescia la seconda città della Lombardia e mi fai fare un giretto in centro? Con le salite, con le mega zone industriali dove si perdono anche i corrieri GLS, con posti malfamatissimi dove anche le Moldave devono stare attente, tu mi fai fare i viali dello struscio e niente più?

Per carità bella la salita al castello, bella la festa ma se invece che le scarpe da bici mi fossi portato le scarpe da running il giro, di corsa, lo avrei fatto anche in meno tempo e sarebbe uscito pure un bell'allenamento.

Insomma qualche settimana prima a Lodi che è una piccola città avevo stramaledetto la mia ciclocross singlespeed con il rapportino troppo corto e a Brescia desideravo un paio di scarpe buone per correre perchè la mia cx era anche troppo.

Poi ho partecipato a due belle Alley a Milano; quella delle Pipe a Natale, bellissima divertentissima ma anche lunga e complicata ma soprattutto organizzata in uno dei sabati clou per shopping e relativo traffico, e al Bel Rene anche qui gran giro difficile da mettere giù, con una sgroppata infernale per arrivare all'ultimo check che naturalmente era dall'altra parte del mondo rispetto a dove eravamo noi e che non era nemmeno l'ultimo! In entrambe ci siamo dovuti impegnare non poco e non essendo local abbiamo consumato la cartina e ci siamo giustamente persi ben bene più di una volta. Non so per un “Milanes” ma per uno che viene da Lodi completarle entro il tempo massimo senza accodarsi era una bella sfida. Entrambe mi hanno mandato a casa puzzolente stanco e contento come è giusto che sia. Entrambe le ho finite abbondantemente tra gli ultimi. Sarà che a me piace la bici perchè mi piace la fatica, e se quando scendo dalla bici non sono stanco mi sembra sempre di aver perso un'occasione, sarà che mi sono approcciato prima al ciclismo “classico” che a quello “alternativo”, sarà che mi piacciono la corsa di “lunga lena”, sarà che ho sempre invidiato il fisico dei keniani e non ho mai invidiato quello di mr olimpia ma per me sulla bici almeno un po' c'è da faticare.

Poi è chiaro che se fai il talebano mandi a casa scontenta un sacco di gente che non ha voglia di allenarsi , è chiaro che vedere 100 classificati ad una garetta fa piacere ma vale la pena sacrificare la Sfida in favore della massa?

L'Iron-Man o la 100 km del Passatore non fanno mai i numeri della Stramilano ma quanto bello deve essere tagliare quel traguardo. Quanta soddisfazione proveranno gli organizzatori di gare simili nel vedere che comunque c'è gente che quella sfida la accetta, e se la sfida è dura si prepara duramente e partecipa e fatica e magari fallisce e tutto questo lo fa semplicemente perchè ne vale la pena?

Io di lavoro aggiusto stampanti e con i messenger non centro nulla ma Matteo lo capisco, la 100 km del passatore non può e non deve essere di 13 km. Se ti prendi la responsabilità di organizzare un Iron-Man al traguardo della tua gara si deve poter stabilire chi è Iron-Man e chi no, se organizzi un Alley-Cat al traguardo si deve poter decretare chi è stato il gatto più veloce, non quello più simpatico o con la bici più “a tema” ma quello più fottutamente astuto e veloce.

Voi che dite?

  • Like 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho partecipato solo a quella della mia città, e devo dire che mi ha fatto cacare il discorso checkpoint con prove di vario tipo.

Gusti personali ovviamente.

Opterei invece, per una gara tipo da nord a sud andata-ritorno con un solo check. Esempio: partenza nord - il check a sud - arrivo nord al punto di partenza

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

....

. Sarà che a me piace la bici perchè mi piace la fatica, e se quando scendo dalla bici non sono stanco mi sembra sempre di aver perso un'occasione, sarà che mi sono approcciato prima al ciclismo “classico” che a quello “alternativo”, sarà che mi piacciono la corsa di “lunga lena”, sarà che ho sempre invidiato il fisico dei keniani e non ho mai invidiato quello di mr olimpia ma per me sulla bici almeno un po' c'è da faticare.

....

Se ti prendi la responsabilità di organizzare un Iron-Man al traguardo della tua gara si deve poter stabilire chi è Iron-Man e chi no, se organizzi un Alley-Cat al traguardo si deve poter decretare chi è stato il gatto più veloce, non quello più simpatico o con la bici più “a tema” ma quello più fottutamente astuto e veloce.

Voi che dite?

pensieri che condivido ma che difficilmente avrei scritto così bene, grande Dens!

aggiungo solo che oltre alle tue considerazioni c'è anche un grande aspetto di lealtà/fiducia/genuinità che le gare come l'alley hanno nei confronti di tutto quello che è ufficialità. Mi ricordo la garetta per milano a squadre, io avevo rocco come capogruppo, non si vinceva nulla, l'obiettivo era fare due bei giri da 15km per la città, rocco ci guidava, ma a nessuno veniva per la testa di tagliare il percorso. Come disse skilly: "er capogruppo nun taja er percorso perchè sinnò se taja è 'no stronzo!" ...ecco direi che il succo è tutto lì, nell'onesta di chi partecipa a queste gare, per fortuna il panorama ormai è davvero ampio, se vuoi fare l'alley in senso stretto fai quella, altrimenti metti su una criterium, altrimenti un giro cronometrato a squadre di tre (grande ideuzza del casbah ciclo club) e via di seguito...insomma, il trovare tutti stremati, contenti e puzzoni a fine gara, con nessuno che recrimina nulla all'organizzazione è una cosa che nelle granfondo non succede più ... qui è ancora un'isoletta felice, speriamo lo rimanga per molto tempo ancora...

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sinceramente non ho capito il senso del tuo discorso :-\ ccosè che non ti piace delle alleycat?

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sinceramente non ho capito il senso del tuo discorso :-\ ccosè che non ti piace delle alleycat?

e mi sa che non l'hai letto... ma dici a me, a dens o nicoloco?

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sinceramente non ho capito il senso del tuo discorso :-\ ccosè che non ti piace delle alleycat?

e mi sa che non l'hai letto... ma dici a me, a dens o nicoloco?

dico a dens

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sinceramente non ho capito il senso del tuo discorso :-\ ccosè che non ti piace delle alleycat?

e mi sa che non l'hai letto... ma dici a me, a dens o nicoloco?

dico a dens

direi che il succo di quello che vuol dire dens sta qui no?

...

se organizzi un Alley-Cat al traguardo si deve poter decretare chi è stato il gatto più veloce, non quello più simpatico o con la bici più “a tema” ma quello più fottutamente astuto e veloce.

Voi che dite?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi riallaccio alle varie “polemiche” che saltano spesso fuori quando si parla di queste garette in bicicletta e mi domando ma un' Alleycat che roba è?

[cut]

Se ti prendi la responsabilità di organizzare un Iron-Man al traguardo della tua gara si deve poter stabilire chi è Iron-Man e chi no, se organizzi un Alley-Cat al traguardo si deve poter decretare chi è stato il gatto più veloce, non quello più simpatico o con la bici più “a tema” ma quello più fottutamente astuto e veloce.

Voi che dite?

Grazie mille Dens,

non sarei riuscito a spiegare meglio questa cosa!

Ovviamente hai capito perfettamente quello che intendevo dire e soprattutto hai spiegato il perchè in una metropoli un'alleycat riesce cmq bene, perchè è lì che sono nate ed è nelle difficoltà di una metropoli che trovano il loro lato affascinante e perverso, fantastico e cinico.

Nella prossima "private alleycat" ci saranno i checkpoint che in più di un anno e mezzo ho annotato sulla mia agenda lavorando tutti i giorni, i più stronzi, quelli che ti fanno dire:" ma se tagli da qui esci in questo puntooooo??", quelli che passando dentro una corte di un palazzo tagli 3 km di un quartiere, tutti quegli aspetti di una città che se conosciuta a menadito ti aiutano a lavorare meglio e ad essere il più veloce anche se non hai la gamba di contador.

proprio come credo abbia fatto il tuo amico corriere di TNT.

Bless you

Edited by Matteo
ridotto quote, maggiore leggibilità (see edit history)
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sinceramente non ho capito il senso del tuo discorso :-\ ccosè che non ti piace delle alleycat?

e mi sa che non l'hai letto... ma dici a me, a dens o nicoloco?

dico a dens

direi che il succo di quello che vuol dire dens sta qui no?

...

se organizzi un Alley-Cat al traguardo si deve poter decretare chi è stato il gatto più veloce, non quello più simpatico o con la bici più “a tema” ma quello più fottutamente astuto e veloce.

Voi che dite?

si ma alle alley solitamente vince il gatto più veloce no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

si ma alle alley solitamente vince il gatto più veloce no?

vince il gatto che ha azzeccato il percorso e lo ha fatto nel minore tempo, poi sinceramente tutto il discorso di Dens non l'ho capito, se le alley non ti pioacciono, non correrle, nessuno ti obbliga

  • Like 1
  • Downvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

si ma alle alley solitamente vince il gatto più veloce no?

vince il gatto che ha azzeccato il percorso e lo ha fatto nel minore tempo, poi sinceramente tutto il discorso di Dens non l'ho capito, se le alley non ti pioacciono, non correrle, nessuno ti obbliga

ma infatti dens ha detto l'esatto opposto, che il piacere di correre un'alleycat è quello di accostarsi alla gara (magari in una città che non conosci) sapendo che sarà in primis intricata come una quotidiana giornata di un fattorino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

si ma alle alley solitamente vince il gatto più veloce no?

vince il gatto che ha azzeccato il percorso e lo ha fatto nel minore tempo, poi sinceramente tutto il discorso di Dens non l'ho capito, se le alley non ti pioacciono, non correrle, nessuno ti obbliga

ma infatti dens ha detto l'esatto opposto, che il piacere di correre un'alleycat è quello di accostarsi alla gara (magari in una città che non conosci) sapendo che sarà in primis intricata come una quotidiana giornata di un fattorino.

si ma il titolo che centra?

  • Downvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest frannie

Nella prossima "private alleycayt" ci saranno i checkpoint che in più di un anno e mezzo ho annotato sulla mia agenda lavorando tutti i giorni, i più stronzi, quelli che ti fanno dire:" ma se tagli da qui esci in questo puntooooo??", quelli che passando dentro una corte di un palazzo tagli 3 km di un quartiere, tutti quegli aspetti di una città che se conosciuta a menadito ti aiutano a lavorare meglio e ad essere il più veloce anche se non hai la gamba di contador.

ma questa non era di Giacomo Leopardi? ;)

+1 per Matthew.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma non ho detto che non mi piacciono, semplicemente mi domandavo se non ci si stia allontanando un po' troppo dallo spirito originario con cui tutto è partito e cioè proporre una sfida dove dover tirare fuori il meglio di se sia dal punto di vista tattico che fisico per sbrogliare un rompicapo costruito sfruttando una città. A volte ho l'impressione che l'importanza del percorso sia ritenuta quasi marginale e si ponga maggiormente l'accento su aspetti ludici che possono essere anche divertenti ma sono forse più propri di una caccia al tesoro.

Aggiungo che sarei curioso di sapere se alcune caratteristiche delle poche Alleycat a cui ho partecipato tipo massimo impegno nella promozione dell'evento per coinvolgere quante più persone possibili, piuttosto che montepremi strepitosi o prove ai check tipo lo shot di superalcolico siano presenti magari anche in eventi che si tengono a Budapest piuttosto che a Seattle o sarcazzo dove nel mondo.

Comunque intendiamoci era solo un volerne parlare senza l'intento di insegnare niente a nessuno.

Edited by Dens (see edit history)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.