Jaca

lunghezza pedivelle

38 posts in this topic

buongiorno, apro questa discussione sperando che possa servire a qualcun'altro oltre me, la domanda rimbalza spesso ma una risposta chiara almeno per quanto mi riguarda non mi e mai arrivata:

per l'utilizzo in pista, cemento o legno, sono sconsigliate pedivelle di piu di 165 mm di lunhgezza? o possono andare bene anche pedivelle da 167,5 o 170 mm senza dare problemi anche a basse velocità in pendenza?

qualcuno di voi gira per esempio con pedivelle da 170 mm? danno problemi?

grazie mille in anticipo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

uh...bell'argomento!

diciamo che l'argomento va affrontato sotto due aspetti, quello strettamente biomeccanico e quello pratico sulla percorribilità delle curve (indipendentemente dalla superficie, conta la pendenza trasversale!)

inizio da questo secondo raccontandoti che io ho girato per 2 anni a montichiari (che pende parecchio) con delle 170 strada senza il minimo problema, fino ai 30 stai su tranquillamente (se sai come stare...), qualcuno per l'inseguimento monta anche le 172,5 e lì veniamo al secondo aspetto, la biomeccanica

Generalmente, dovendo far tutto con un unico rapporto (ma và!?) e dovendo, specie nella velocità, dare grandi accelerazioni acnhe partendo da quasi fermi in pista si va molto molto più agili che su strada, ergo è più semplice per le gambe lavorare su pedivelle un po' più corte di quelle ideali su strada.

La regola generale (che va oi adattata da caso a caso ed in funzione della disciplina) è avere 5mm in meno della pedivella strada.

Io finalmente ho trovato una bella coppia di 167,5 anche se non le ho ancora stressate a dovere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ecco ma quindi una pedivella da 170 con una coppia di pedali time rxs, che si comprtano penso come un piao di look keo, non danno problemi giusto? forse così bisognerà evitare di stare in parabola alle basse velocità ma per il resto no problem, anche lanciandosi giu? i responsabili dei velodromi accettano tutti pedivelle da 170 ad esempio oppure richiedono 165? parlo ovviamente dell'aspetto pratico..

Share this post


Link to post
Share on other sites

ecco ma quindi una pedivella da 170 con una coppia di pedali time rxs, che si comprtano penso come un piao di look keo, non danno problemi giusto? forse così bisognerà evitare di stare in parabola alle basse velocità ma per il resto no problem, anche lanciandosi giu? i responsabili dei velodromi accettano tutti pedivelle da 170 ad esempio oppure richiedono 165? parlo ovviamente dell'aspetto pratico..

ehm...casomai, parabolica ;)

mi ripeto, sotto i 28-30 in un velodromo come montichiari rischi comunque se non ci sai stare in parabolica...ma siccome inizia il bel tempo e tra un paio di settimane riaprono i velodromi all'aperto, a maggior ragione problemi non ce ne sono, io a dalmine con le 170 ho toccato ai 18km/h...ma me la son anche un po' cercata...

che io sappia solo manchester ha la restrizione delle 165...tutti gli altri no, percui direi che 170 è un valore accettabilissimo.

PS: dò per scontato che parliamo di telai da pista con il MC alto almeno 29cm da terra, right?

Edited by riky76
precisazione telaio (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

si si certo, telaio pista telaio pista! allora valuto l'idea di un 170, perche mi sento un bel po provato con le 165, dove su strada dovrei adottare un 177!

Share this post


Link to post
Share on other sites

si si certo, telaio pista telaio pista! allora valuto l'idea di un 170, perche mi sento un bel po provato con le 165, dove su strada dovrei adottare un 177!

quanto sei alto e quanto hai di altezza cavallo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

tranquillo erano dati che mi aveva dato il mio biomeccanico quando correvo, 1,88 con 92 di cavallo, ma lui mi spiegò che era piu rilevante la lunghezza del femore per la scelta delle pedivelle! comunque sia poi alla fine ho sempre pedalato con 175 per reperibilità dei pezzi eccc ecc...

Share this post


Link to post
Share on other sites

tranquillo erano dati che mi aveva dato il mio biomeccanico quando correvo, 1,88 con 92 di cavallo, ma lui mi spiegò che era piu rilevante la lunghezza del femore per la scelta delle pedivelle! comunque sia poi alla fine ho sempre pedalato con 175 per reperibilità dei pezzi eccc ecc...

Ciao Jaca,

rikcy ti ha già spiegato bene la situazione, aggiungo che il mito della pedivella corta oggi è stato abbastanza sfatato...un po' che non usa quasi più nessuno i rapportoni di un tempo un po' che l'altezza e la stazza dei piloti si è alzata come da media generale, oggi girare con el 170 è assolutamente la norma!

io ci giro da 2 anni (in strada) e 1 (in pista) e non ho mai avuto il minimo problema...e ti assicuro che ormai sulla parabolica di montichiari ci siamo saliti anche a 25 o meno km7h!

Detto questo io che ho un 807 come distanza movimento/sella (misure simili alle tue, 1.88 x 91/92 di cavallo), appena riesco proverò a prendere le 172.5, come uso già in strada sulla bdc che secondo me sono una gran figata!....e tranquillo che non si tocca! ;)

Edited by lele200mph (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Torno sull'argomento riguardo l'altro estremo della lunghezza, cioè pedivelle molto corte, sotto i 160. Se la lunghezza dipende dal femore, uno che ha le gambe corte perché basso dovrebbe usare pedivelle piú corte anche di 165?

Lo dico perché usando bikecad (ok, non è un biomeccanico, lo so) e mettendo i miei dati, mi dà come pedivelle 155... Ha senso? C'è qualche corridore adulto che usa pedivelle che sembrano per gli junior?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tomaradze, stai tranquillo. Da quel che mi ricordo sei alto più o meno come me, 165 va benissimo. La pedivellomania è un po' come la grammomania, ha preso alla testa a molti. Non esageriamo: che uno come Lele debba usare una 165 perchè "è pista!" è assurdo, così come che tu debba usare una inferiore al 165.

Non dimentichiamo che la pedivella è essenzialmente una leva e in pista si parla di rapporti piuttosto lunghi, spingerli con pedivelle cortissime è come cercare di sollevare un furgone usando una stilografica come leva per il crick: e un bello stikkazzi nun ce'o mettiamo?!.....

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

riapro brevemente questo interessante post

sono anni che pratico bdc da un annetto ho intrapreso (in pieno BOOM fixxie purtroppo) l'uso della fissa che mi è piaciuto a tal punto da farmene due . Ad oggi sono stracontento di salirci sopra e farmi una bella pedalata ma il chiodo fisso ad ogni uscita è sempre questo stramaledetto parametro la lunghezza della pedivella !!!! premetto che non sono molto amante dei dati empirici dei computers e che credo che solo biomeccanici esperti possano affrontare la questione assetto indipendentemente dai dati che vengono fuori dai disparati calcoli di cui il web è strapieno,

ma con la bici fissa abbiamo tanti di quei dettagli da valutare che diventa difficilissimo fare la scelta corretta.

il mio cavallo è 88 dovrei preferire una lunghezza ideale di 177,5 mm ma ho sempre usato le 175 sia strada che mtb . con la fissa in pista 170 e con la fissa su strada 165 perché oltre ai numerosi casini di angolo di contatto a terra che fortunatamente non è mai successo c'è anche il nodo overlap impari a conviverci è vero ma con una scarpa da strada 46 diventa un enorme casino quindi ho preferito accorciare su quella che uso prevalentemente su strada usando le 165 mm e usando rapporti sempre inferiori ai 6 mt di sviluppo metrico. 

ho provato due giorni fa ad affrontare i miei primi 120 km in fissa e devo dire che in quanto a cadenza sono rimasto sempre fluido fino al ritorno non accusando il benché minimo problema se non una lieve sensazione nella zona superiore della rotula ...

ma non riesco a capire se questa sensazione possa dipendere solo da una pedivella corta e solo sulla gamba DX

saluti 

max

Share this post


Link to post
Share on other sites

in pista uso 175 e non ho mai toccato,

170 sulla fissa da citta' ma il feeling e' che sia davvero troppo corta....van bene per fare le rotonde in piega e basta

Edited by daverlj (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

riapro brevemente questo interessante post

sono anni che pratico bdc da un annetto ho intrapreso (in pieno BOOM fixxie purtroppo) l'uso della fissa che mi è piaciuto a tal punto da farmene due . Ad oggi sono stracontento di salirci sopra e farmi una bella pedalata ma il chiodo fisso ad ogni uscita è sempre questo stramaledetto parametro la lunghezza della pedivella !!!! premetto che non sono molto amante dei dati empirici dei computers e che credo che solo biomeccanici esperti possano affrontare la questione assetto indipendentemente dai dati che vengono fuori dai disparati calcoli di cui il web è strapieno,

ma con la bici fissa abbiamo tanti di quei dettagli da valutare che diventa difficilissimo fare la scelta corretta.

il mio cavallo è 88 dovrei preferire una lunghezza ideale di 177,5 mm ma ho sempre usato le 175 sia strada che mtb . con la fissa in pista 170 e con la fissa su strada 165 perché oltre ai numerosi casini di angolo di contatto a terra che fortunatamente non è mai successo c'è anche il nodo overlap impari a conviverci è vero ma con una scarpa da strada 46 diventa un enorme casino quindi ho preferito accorciare su quella che uso prevalentemente su strada usando le 165 mm e usando rapporti sempre inferiori ai 6 mt di sviluppo metrico. 

ho provato due giorni fa ad affrontare i miei primi 120 km in fissa e devo dire che in quanto a cadenza sono rimasto sempre fluido fino al ritorno non accusando il benché minimo problema se non una lieve sensazione nella zona superiore della rotula ...

ma non riesco a capire se questa sensazione possa dipendere solo da una pedivella corta e solo sulla gamba DX

saluti 

max

A differenza di lunghezza pedivella devi adeguare l'altezza sellino, e, seppur minimo, l'arretramento (rispetto al centro anatomico della sella, direi).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.