GaberOn

[GLOSSARIO] Manubrio, Attacco e Pipa

83 posts in this topic

Un'altra pagina ben fatta, complimenti!

Solo una piccola precisazione: non sono estremamente diffusi, ma si trovano attacchi manubrio anche per forcelle da 1", e di conseguenza apposite serie sterzo e forcelle da 1" non filettate.

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un'altra pagina ben fatta, complimenti!

Solo una piccola precisazione: non sono estremamente diffusi, ma si trovano attacchi manubrio anche per forcelle da 1", e di conseguenza apposite serie sterzo e forcelle da 1" non filettate.

Non ne ero a conoscenza, in ogni caso giusta precisazione, è una informazione utile!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Toglietemi un dubbio: qual è la tolleranza tra manubrio e attacco manubrio? Con un attacco da 26 posso mettere piega da 26 e anche una da 25,8 senza problemi, giusto? Poi so che ci sono trucchi per spessorare la piega come un pezzetto di alluminio, anche se l'idea non mi alletta trattandosi di una parte delicata della bici...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Toglietemi un dubbio: qual è la tolleranza tra manubrio e attacco manubrio? Con un attacco da 26 posso mettere piega da 26 e anche una da 25,8 senza problemi, giusto? Poi so che ci sono trucchi per spessorare la piega come un pezzetto di alluminio, anche se l'idea non mi alletta trattandosi di una parte delicata della bici...

un minimo di tolleranza c'è... penso che non ci siano problemi da 25,8 a 26... (gli stem cinelli danno un gioco da +0.2 a -0.2)

io monto la deda pista che è 31,7 su uno stem da 31,8.

poi sui reggisella penso che il discorso sia diverso!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Leggevo con attenzione la parte dedicata all'attacco manubrio di una pipa.

Proprio ieri stavo misurando una vecchia piega recuperata da una bdc che volevo montare sulla mia fissa. Misurata col calibro mi ha dato 23,5 nel punto dell'attacco, com'è possibile?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco... ho capito che i diametri possibili nella parte di manubrio/piega deputata alla connessione con pipa/attacco sono

31,8 (oversize, la più attuale, per alcuni marchi anche 31,7), 26 mm e 25,4 mm

Per quanto riguarda i diametri "in zona manopole" o "zona leve freno"? Ci sono differenze? Quali diametri posso aspettarmi di trovare per le varie tipologie di manubri/pieghe?

Sto cercando di capire se riuscirei a far entrare un comando rotante Nexus su una piega :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stupenda la descrizione delle forme dei manubri !! OK

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domanda da novello:

su uno stem da 25,4 mm non ci sta proprio un bullhorn con diametro 26 mm, giusto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domanda da novello:

su uno stem da 25,4 mm non ci sta proprio un bullhorn con diametro 26 mm, giusto?

Prova a ragionare, altrimenti provaci ;-)))

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hehehe... speravo in una magia da esperti :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Starci ci sta... Se non t'importa di grattare parecchio la piega nella zona d'innesto con la pipa.

Parlo per esperienza diretta.

La forza bruta ha risolto situazioni più complesse di questa :-)

Che poi sia una soluzione ottimale o anche solo consigliabile, questo e' un altro discorso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un manubrio di questa forma ha un nome particolare ?

post-3011-0-61450000-1309263877_thumb.pn

(visto dall'alto)

Scusate la qualità del disegno made in paint!

Edited by deedee (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un manubrio di questa forma ha un nome particolare ?

post-3011-0-61450000-1309263877_thumb.pn

(visto dall'alto)

Scusate la qualità del disegno made in paint!

E' un Condorino!

condorino.jpg

In effetti manca, ma porca miseria su una fissa non l'ho MAI VISTO! Solo su city bike d'epoca o single speed... Scusate la mancanza!

4 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti il condorino integra freni e pipa, quindi non è consigliabile per una fissa, a meno di segar via un freno (noooo..... )

però èbbello, èbbello :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti e due,avevo pensato di usarlo proprio perchè ne ho recuperato uno all'usato con un freno originale

e uno da mtb e visto che il danno è già fatto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate la domanda. la misura della pipa dove si prende? da estremità a estremità? o centro-centro?

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Centro centro. Cosí anche per gli attacchi manubrio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un manubrio di questa forma ha un nome particolare ?

post-3011-0-61450000-1309263877_thumb.pn

(visto dall'alto)

Scusate la qualità del disegno made in paint!

E' un Condorino!

condorino.jpg

In effetti manca, ma porca miseria su una fissa non l'ho MAI VISTO! Solo su city bike d'epoca o single speed... Scusate la mancanza!

Secondo me il condorino è interessante su una fissa da usare in città. Ovviamente bisogna fare un buon lavoro per eliminare le leve dei freni, carteggiare, ricromare o lucidare a specchio. Non so se sono in alluminio o acciaio però.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

  • Latest topics

  • Latest posts

    • sulla compatibilità non ho la più pallida idea onestamente.
      so solo dirti che erano montate rival 11v   preferirei monetizzare
    • Alla fine, preso dalla noia di un sabato sera in cui si sta a casa per svegliarsi presto il giorno dopo e pedalare, è arrivato il momento di condividere un po' di storia e foto della bici che utilizzo da 3 anni ormai. Era la fine dell'estate del 2014 quando tornando dalla Germania insieme a @francescobianco decido di commissionargli un telaio.
      Francesco stava iniziando a saldare, aveva da poco finito la sua prima bici ed era in cerca di occasioni per far pratica.
      Essendomi da poco laureato avevo deciso che quello sarebbe stato il mio auto-regalo di laurea. Quando iniziamo a discutere di che tipo di telaio vorrei non ho le idee molto chiare, nel senso che non ho mai avuto una bici della misura giusta (ero passato da un telaio 52 a un 57,5 e poi un 54, sempre per "forze maggiori") e nemmeno esattamente di che tipo di bici (ero passato da una fissa convertita a una bici da corsa). Sapevo che avrei voluto una bici da utilizzare su diversi tipi di terreno, quindi gomme un po' più grandi, e che mi sarebbe piaciuto poterci fare dei viaggi, quindi attacchi per il portapacchi.
      Il budget non era molto, ovviamente avrei apportato modifiche via via però al momento decisi di risparmiare e non concedermi dei freni a disco. Prese le misure siamo passati alla scelta dei tubi. Sinceramente non credo di capirci molto o meglio non avevo la sensibilità per comprendere che tubazioni sarebbero state meglio per i miei giri. Rimassi affascinato dalle ellissi contrapposte dei Columbus Max e per coerenza scelsi quei tubi per tutto il telaio, tranne che per il tubo sterzo da 44mm.
      Anche per la forcella ci affidammo a Columbus con una Mud Max. Invece i forcellini posteriori non ricordo cosa sono, ricordo solo che li scelsi con gli occhielli per il portapacchi ed eventuale parafango proprio pensando a probabili viaggi. Sarà il quarto telaio che Francesco salda.
      Dopo un'inverno di lavoro, in cui passavo regolarmente a curiosare e a racimolare componenti, finalmente per l'inizio della primavera il telaio è pronto e verniciato.
      Il colore che ho scelto è un viola/nero o nero/viola, a seconda della luce risulta di un colore o dell'altro con i riflessi del colore opposto. Inizialmente la sensazione di guida era molto strana, dovevo abituarmi alla nuova bici, al telaio diverso, alle gomme più grosse, alle leve col cambio.
      Non ho messo molto ad abituarmi e dopo pochi mesi ho affrontato pure la mia prima Tosca (2015).

      Adesso non mi separerei mai da questa bici e la uso tutte le volte che posso.
      Nel frattempo mi ha accompagnato in diverse avventure, LodiLeccoLodi, Via degli Dei, Via Francigena, Grevel e svariati altri giri!
      Mi è anche capitato che me la rubassero, un'incubo durato solo qualche minuto per fortuna.
      Ovviamente col senno di poi un paio di cose le avrei fatte diversamente, ma sono molto soddisfatto della mia bici! _
      Telaio: Arno Telai (tubi columbus max, tubo sterzo da 44)
      Forcella: Columbus Mud Max
      SS: Columbus, calotte esterne custom fresate al CNC
      Gruppo: 105 10v
      Guarnitura: 105 50-34
      Stem: Thomson
      Manubrio: Deda RHM 01
      Tubo sella: Thomson
      Cerchi: uno diverso dall'altro, non ricordo
      Mozzi: Durace 
      Pacco Pignoni: Ultrega 10v 12-30  
    • No niente scalanature/roba aero grazie
    • Nonono, in POV esistono solo i porno. Tutto il resto è noia......
    • la riguardo e mi ripiace 'sto telaio mi è sempre piaciuto (anche al vivo) e il prezzo e il montaggio con cui i solito lo vendono è dignitosissimo questo montaggio è la morte sua
  • Third Eye Consulting