Sign in to follow this  
dave

la discesa

16 posts in this topic

da novello sulla fissa, chiedo consigli su come affrontare nel modo più sicuro possibile una discesa ovviamente su un mezzo sprovvisto di freni, in quanto abitando in una zona collinare salita e discesa sono all'ordine del giro...

per il momento rallento la salita dei pedali con una controforza delle gambe, metodo che nelle discese più ripide e lunghe sviluppa una certa "goffaggine" ma efficace...in alternativa si può frenare la ruota posteriore con un piede ma è più un ancora di salvataggio che una tecnica...

altri modi?

non so se è il posto giusto per questo argomento, altrimenti mi scuso e chiedo di spostarlo

davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna tener presente che in discesa frenare con la sola ruota posteriore è meno efficace che in piano poichè tutto il peso è sull'anteriore, infatti in MASH skiddano per decine di metri senza minimamente fermarsi.

Se si vuole rimanere in vita megli affrontare le discese brakeless moooolto lentamente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna tener presente che in discesa frenare con la sola ruota posteriore è meno efficace che in piano poichè tutto il peso è sull'anteriore, infatti in MASH skiddano per decine di metri senza minimamente fermarsi.

Se si vuole rimanere in vita megli affrontare le discese brakeless moooolto lentamente

Esatto.

Per di più aumentando la velocità l'inerzia della ruota posteriore rende impossibile opporsi "dolcemente" alla pedalata per rallentare...

Se siete brakeless, evitate il più possibile le discese... e se dovete necessariamente percorrerle fatelo piano senza lasciarvi prendere dalla frenesia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non l'avevo letta quella della mano guantata...

Togliere la mano dal manubrio è niente, il problema grosso è rimettercela dopo averla consumata a contatto con il copertone.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me le discese in brakeless piacciono tantissimo!

poi nella mia zona è tutto sali e scendi, quindi...

In discesa, oltre al controllo della pedalata, cerco di non fare uno skid solo, perchè, come ha detto aldone, l'unico risultato è quello di "sciare" per parecchi metri, secondo me il modo migliore è quello di fare tanti skid facendo riprendere aderenza alla ruota, una specie di ABS insomma.

Per quanto riguarda la velocità, se la discesa non la conosci bene, falla prima con il freno anteriore,

falle in brakeless solo se la conosci come le tue tasche, io ormai su certe discese che faccio ogni giorno e dove so che dietro la curva trovo il tratto in piano , lascio andare i pedali ed è un divertimento!

Share this post


Link to post
Share on other sites

sara' che peso parecchio, pero mini skiddate sequenziali, di destro e di sinistro, con una leggera scodata, rallentano eccome in discesa...se guardi il video di mash appunto, vedrai che loro controllano costantemente la velocita con piccoles gommate laterali, senza praticamente alzare il sedere dalla sella. io le ho imparate iniziando a farle in piano e poi pian piano su discese piu ripide e a maggiore velocita': carichi il peso sulle braccia, alzi leggeremente il sedere e dai il colpo di contropedale, magari mentre hai il manubrio non perfettamente dritto in modo da causare un minimo di scodata laterale. logico questo va accoppiato al resistere il movimento dei pedali durante il movimento di pedalata normale, ma e' una tecnica per me fondamentale del controllo della bici senza freni...e sopratutto impara a skiddare ambidestro (nb: non sono al livello di quelli di mash eh!)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse può tornare utile anche questa "vecchia" tecnica con la mano (guantata!)

http://204.73.203.34/fisso/vangelo/schfrenata.htm

Ti voglio vedere IN DISCESA a togliere una mano dal manubrio e frenare così!

A parte tutto questo: col cavolo che su un cerchio "affettamortazza" come quello in foto mi metto a frenare così in discesa! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oh, ragazzi, quel metodo lì si usava in pista, per fermarsi e fare surplace. Parliamo di velocità bassissime!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho vissuto a Georgetown, washington dc negli usa, in un posto pieno di saliscendi per due anni e lì tutti vanno con la fissa brakeless, anche tipo le signore cinquantenni. Ne vedi che si arrampicano su rapporti impossibili su per la trentesima e ti viene da sperare in un lungo futuro da ciclista. Una tecnica che ho visto usare tantissimo in discesa è lo slalom. Si rallenta tantissimo andando da un lato all'altro della carreggiata. Ma la cosa fondamentale per la mia esperienza è andare piano su strade che non conosci. Il peggior pericolo in bici, con o senza freni, è quello che non puoi prevedere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho vissuto a Georgetown, washington dc negli usa, in un posto pieno di saliscendi per due anni e lì tutti vanno con la fissa brakeless, anche tipo le signore cinquantenni. Ne vedi che si arrampicano su rapporti impossibili su per la trentesima e ti viene da sperare in un lungo futuro da ciclista. Una tecnica che ho visto usare tantissimo in discesa è lo slalom. Si rallenta tantissimo andando da un lato all'altro della carreggiata. Ma la cosa fondamentale per la mia esperienza è andare piano su strade che non conosci. Il peggior pericolo in bici, con o senza freni, è quello che non puoi prevedere.

vero, provato di persona..funziona!

solo occhio che non ci siano macchine dietro!

davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

A parte tutto questo: col cavolo che su un cerchio "affettamortazza" come quello in foto mi metto a frenare così in discesa! :D

nemmeno con i guanti proverei una cosa simile... giusto in pista o alla playstation, nella vita reale meglio evitare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per esperienza non vedo perchè fare slalom o altre cose strane, su qualsiasi discesa, mi bastano 3-4 skid uno dietro l'altro, alternando destro/sinistro per rallentare quanto basta, per esempio per affrontare bene una curva.

In caso di pericolo, tipo la catena che cade, non andrei mai a mettere la mano sulla ruota, penso sia più sicuro usare uno dei piedi sulla copertura posteriore, oltretutto le mani servono per mantenere il controllo nella discesa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.