enry_mega_drop

[GLOSSARIO] mozzi

63 posts in this topic

Questa sezione del glossario riguardante i mozzi si soffermerà (almeno per ora) solo sulla questione della battuta in modo da fornire un'idea chiara sulle varie tipologie di mozzi e sulla compatibilità di montaggio sui diversi tipi di telai.

Che cos'è la battuta di un mozzo?

La battuta di un mozzo è la distanza che si misura da un capo all'altro del mozzo prendendo come limite i punti di fissaggio interni al telaio o alla forcella.

070539122747867.jpg

La battuta dei mozzi è sempre la stessa?

Ovviamente no. Tralasciando gli standard moderni a perno passante da mountain bike le possibili battute in cui ci si può imbattere montando una bici fissa o una convertita, salvo rarissime eccezioni, sono le seguenti:

- 100 mm - Tutti i mozzi anteriori; non importa se mtb, strada, pista o passeggio.

- 110 mm - Contropedale o vecchi mozzi pista posteriori.

- 120 mm - Attuale standard per i mozzi posteriori da pista.

- 126 mm - Vecchi mozzi posteriori strada, turismo o passeggio.

- 130 mm - Attuali mozzi posteriori strada.

- 135 mm - Mozzi posteriori da mountain bike.

Ci possono essere problemi di compatibilità a montare mozzi e telai con diverse battute?

Dipende. Sui telai d'acciaio che non badano al peso ho sentito di gente che ha montato mozzi da 120 su telai da 110 o 130 senza spaccare niente. Io sto girando da oltre 2 anni su un telaio da 126 con mozzo 120 e non ho problemi. Telai di altri materiali tipo alluminio o carbonio sono un po' più critici e sarebbe meglio evitare di azzardare esperimenti per trovarsi poi con un telaio costoso aperto in due. Ma essenzialmente il fattore discriminante è il valore del telaio: su un rottame recuperato dalla strada non è un crimine fregarsene e far lavorare il carro del telaio più stretto o più largo del dovuto. Ma su un telaio nuovo che costa diverse centinaia di euro è meglio montare solo componenti per cui è stato progettato.

Per approfondire una guidata dettagliatissima si trova qui:

http://www.sheldonbrown.com/frame-spacing.html

Edited by enry_mega_drop (see edit history)
5 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono relativamente un noob e quello di cui non sono certo ( non ho avuto occasione di misurare ) è questa: un mozzo da mtb per esempio, parlo di posteriore è da 135 sia che sia previsto il pacco pignoni sia che non lo sia? la battuta quindi rimane invariata?

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono relativamente un noob e quello di cui non sono certo ( non ho avuto occasione di misurare ) è questa: un mozzo da mtb per esempio, parlo di posteriore è da 135 sia che sia previsto il pacco pignoni sia che non lo sia? la battuta quindi rimane invariata?

Si. Il telaio ha i forcellini a 135mm quindi il mozzo deve avere per forza quella dimensione!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chi mi spiega la differenza tra flangia alta e bassa? pro e contro nel comprare uno o l'altro tipo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate, ma allora se si utilizza posteriormente (per avvitare il pignone all'attacco del freno a disco di un mozzo anteriore da MTB) un mozzo appunto MTB/Disco/anteriore sicuramente si "strizza" il posteriore, dato che è 100 mm e posteriormente il più simile è 110mm ?

2 people like this

Share this post


Link to post
Share on other sites

sapete se ci sono problemi tra un mozzo strada normandy è una cassetta pignoni 5v regina?

mi tocca cercare un pacco pignoni maledettamente francese?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate, ma allora se si utilizza posteriormente (per avvitare il pignone all'attacco del freno a disco di un mozzo anteriore da MTB) un mozzo appunto MTB/Disco/anteriore sicuramente si "strizza" il posteriore, dato che è 100 mm e posteriormente il più simile è 110mm ?

Se il telaio è in acciaio puoi "stringerlo/allargarlo " un poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chi mi spiega la differenza tra flangia alta e bassa? pro e contro nel comprare uno o l'altro tipo?

In generale un mozzo a flangia più alta genera una ruota più rigida, specialmente se accoppiato a ruote di profilo medio-alto... però assorbe meno le asperità, essendo i raggi più corti, ed è più scomoda...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei aggiungere alle varie battute dei mozzi anche quella da 115mm, tipica delle bici da passeggio anni '60/'70

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa sezione del glossario riguardante i mozzi si soffermerà (almeno per ora) solo sulla questione della battuta in modo da fornire un'idea chiara sulle varie tipologie di mozzi e sulla compatibilità di montaggio sui diversi tipi di telai.

Che cos'è la battuta di un mozzo?

La battuta di un mozzo è la distanza che si misura da un capo all'altro del mozzo prendendo come limite i punti di fissaggio interni al telaio o alla forcella.

070539122747867.jpg

La battuta dei mozzi è sempre la stessa?

Ovviamente no. Tralasciando gli standard moderni a perno passante da mountain bike le possibili battute in cui ci si può imbattere montando una bici fissa o una convertita, salvo rarissime eccezioni, sono le seguenti:

- 100 mm - Tutti i mozzi anteriori; non importa se mtb, strada, pista o passeggio.

- 110 mm - Contropedale o vecchi mozzi pista posteriori.

- 120 mm - Attuale standard per i mozzi posteriori da pista.

- 126 mm - Vecchi mozzi posteriori strada, turismo o passeggio.

- 130 mm - Attuali mozzi posteriori strada.

- 135 mm - Mozzi posteriori da mountain bike.

Ci possono essere problemi di compatibilità a montare mozzi e telai con diverse battute?

Dipende. Sui telai d'acciaio che non badano al peso ho sentito di gente che ha montato mozzi da 120 su telai da 110 o 130 senza spaccare niente. Io sto girando da oltre 2 anni su un telaio da 126 con mozzo 120 e non ho problemi. Telai di altri materiali tipo alluminio o carbonio sono un po' più critici e sarebbe meglio evitare di azzardare esperimenti per trovarsi poi con un telaio costoso aperto in due. Ma essenzialmente il fattore discriminante è il valore del telaio: su un rottame recuperato dalla strada non è un crimine fregarsene e far lavorare il carro del telaio più stretto o più largo del dovuto. Ma su un telaio nuovo che costa diverse centinaia di euro è meglio montare solo componenti per cui è stato progettato.

Per approfondire una guidata dettagliatissima si trova qui:

http://www.sheldonbr...me-spacing.html

Ciao, molti anni fa in occasione del passaggio da 6 rapporti a 8, e contemporaneamente mi si ruppe il telaio per una caduta, presi un telaio d' occasione per poche lire e ci montai le ruote con 8 rapporti. Haimé la feci grossa!! dopo un paio di mesi mi si ruppe il fodero fosteriore destro (Un bello schianto). La rottura fu probabilmente dovuta al fatto che per contenere la ruota con il mozzo più largo, bisognava allargare a mano e con fatica la forcella posteriore. A conti fatti e tenendo conto che la geometria è quella di una leva di primo genere, se per allargare il carro posteriore occorrono 10 kg (per esempio) ipotizzando il braccio di resistenza di un millimetro, ottengo per 40 cm il peso di 400 kg. Ma se fai uno schema con carta e matita vedrai che mi son tenuto ottimista.

Buone pedalate,

M

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.