[GLOSSARIO] La serie sterzo

54 posts in this topic

Posted

http://www.lastazionedellebiciclette.com/site/vendita/page/serie-sterzo-1-filettata-nera-alluminio-acciaio-te

Una cosa cosí?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted

Ecco si questa potrebbe andare grazie ...sarà decente questa TECORA ?

Io ne ho una normalissima (di quella da 5€) Ma ne ho una in alluminio da 50€! Quella Tecora Mi sembra buona!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted

La serie sterzo è uno dei punti più delicati della bicicletta.

Mantiene insieme le strutture portanti della bicicletta: telaio e forcella, che s’innesta in questo nel tubo di sterzo. Detto in parole povere, è quella parte che permette alla forcella di ruotare senza attriti e senza spostamenti nel tubo di sterzo del telaio.

attachicon.gifroad_bike_headset_1.jpg

Il meccanismo è composto dalla parte superiore ed inferiore che lavorano in coppia. Entrambe le parti prevedono delle calotte al cui interno sono imprigionate delle sfere che assicurano la libertà di movimento. È molto importante che queste parti siano regolate con precisione poiché le sollecitazioni subite dalla serie sterzo sono notevoli. La presenza di un “gioco” nel serraggio oppure di una chiusura molto stretta andrebbe ad amplificare le sollecitazioni provenienti dal fondo stradale provocando un danneggiamento dei pallini e delle piste di scorrimento che li accolgono.

È attorno a queste regolazioni che si giocano tipologie e caratteristiche delle serie sterzo.

Esistono differenti tipi di serie sterzo, per tipologia costruttiva e per dimensioni.

Le principali sono:

1) serie sterzo classica, tipicamente da 1’’, utilizzata sulle forcelle filettate. Tipicamente si trova sui vecchi telai d’acciaio, da pista e da corsa, che utilizzavano le pipe. Negli anni il loro utilizzo si era drasticamente ridotto a favore di nuovi standard (le serie sterzo aheadset) ma, grazie al fenomeno del collezionismo e del recupero di bici d’epoca e a quello dello scatto fisso che ricorre in molti casi alla conversione di vecchi telai d’acciaio, è ancora facile trovare queste serie sterzo.

Un tipico esempio di forcella filettata (sulla quale si usa una serie sterzo classica). Si può notare che sul canotto della forcella è presente una filettatura:

attachicon.gif0080000020147.jpg

2) Serie sterzo aheadset, utilizzata con le moderne forcelle non filettate, ossie quelle forcelle sulle quali vengono innestati gli attacchi manubri al posto delle pipe. A seconda delle dimensioni del tubo di sterzo si hanno serie sterzo da 1’’ o da 1’’ 1/8 (nel mondo della mountain bike si trovano anche da 1’’1/4).

Un tipico esempio di forcella non filettata (sulla quale si usa una serie sterzo aheadset). Il canotto è liscio:

NCFO1.jpg

SERIE STERZO CLASSICA

È composta da due calotte che vengono infilate a pressione nel tubo di sterzo e che fanno da base di appoggio alle sfere. Queste sono solitamente imbrigliate in una gabbietta che viene imprigionata dalla calotta superiore nella parte alta e dall’anello di chiusura infilato a pressione sul cannotto forcella. Il sistema prevede anche alcune rondelle e guarnizioni che ne ottimizzano il funzionamento e proteggono dalle infiltrazioni di impurità e acqua.

Chiusura e regolazione ottimale sono date dalla calotta superiore che si avvita sulla filettatura presente sul tubo forcella mandando il sistema “a pacco”. Dopo la calotta superiore (o tazza) vengono inseriti prima una rondella inchiavettata e infine un controdado, che permette di mantenere il sistema stabile anche subendo le sollecitazioni della strada. Funzione della rondella è quella di impedire la trasmissione di movimento tra calotta e controdado.

Per la serie sterzo tradizionale è previsto l’utilizzo di un attacco manubrio con la classica forma “a pipa” che si infila all’interno del cannotto forcella. Questo tipo di attacco permette una regolazione millimetrica dell’altezza del manubrio.

attachicon.gif220px-Bicycle_headset_exploded_view.png

SERIE STERZO AHEADSET

Il sistema “senza testa” è quello più moderno e utilizzato a livello praticamente universale sulle biciclette moderne (anche di bassa gamma). Il successo è dovuto alla facilità di regolazione per cui è stato concepito.

Concettualmente funziona allo stesso modo rispetto al sistema tradizionale ma è pensato per forcelle con cannotto senza filettatura. La trazione sul tubo forcella è allora affidata ad un tirante interno al cannotto, non più alla filettatura.

Il tirante (detto anche “ragnetto” per via della sua forma) viene infilato all’interno del cannotto e nella parte centrale presenta un foro filettato. Su questo foro viene inserita la vite di tiraggio che ha il solo scopo di compattare il meccanismo di rotazione tirando, appunto, la forcella. La vite, infatti, insiste sul cappellotto di chiusura superiore che si appoggia direttamente sull’attacco manubrio. Girando la vite si otterrà dunque il “tiraggio” della forcella. Il bloccaggio definitivo avverrà tramite la chiusura delle viti che fissano l’attacco manubrio al cannotto forcella.

250px-Bicycle_headset_(threadless)_explo

Non essendoci il sistema a dado e controdado ne consegue che la regolazione è molto più semplice, basta avere in tasca una chiave a brugola da 5 mm (in casi più rari da 6) per poter tarare in modo ottimale il sistema. Con una serie sterzo tradizionale per le regolazioni occorreva disporre di due chiavi da 32 mm non propriamente comode da portare in tasca.

Con la serie sterzo aheadset occorre utilizzare attacchi manubrio di tipologia ahead, appunto. Essendo questi infilati direttamente attorno al cannotto forcella non è permessa una regolazione millimetrica dell’altezza del manubrio rispetto al telaio. Possono venire in soccorso spessori appositamente realizzati ma di misure fisse. In ogni caso il posizionamento ideale non ne dovrebbe risentire.

Sui telai di fascia più alta si possono trovare serie sterzo aheadset che sono direttamente alloggiate all'interno di un tubo di sterzo allargato: le serie sterzo semi-integrate e integrate (le vedremo più avanti).

TABELLE CON LE DIMENSIONI DELLE S/S, DELLA FORCELLA E DEL TUBO STERZO

attachicon.gifSERIESTERZOFIL.jpg

NB: Per quanto riguarda lo standard italiano vanno benissimo le serie sterzo JIS e ISO.

attachicon.gifSERIESTERZOnonFIL.jpg

[fontI E PER MAGGIORI INFO: cyclinside.com, sheldonbrown.com]

Post esauriente. 

Ho una domanda su di una forcella filettata, quindi sulla quale si monta una serie sterzo standard da 1'' posso poi montare una attacco manubrio tipo quelli da corsa per poi montare un manubrio con diametro centrale da 31,8 mm?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted

Post esauriente. 

Ho una domanda su di una forcella filettata, quindi sulla quale si monta una serie sterzo standard da 1'' posso poi montare una attacco manubrio tipo quelli da corsa per poi montare un manubrio con diametro centrale da 31,8 mm?

 

Sì. Ti devi prendere un adattatore tipo quello nell'immagine sotto, che trovi anche alla Decathlon o da un ciclista minimamente attrezzato. Con meno di 10 euro te la cavi. Lo serri come una normale pipa e poi sopra ci vai a installare l'attacco manubrio da 31,8 mm. 

profile-stem-converter.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted

Post esauriente. 

Ho una domanda su di una forcella filettata, quindi sulla quale si monta una serie sterzo standard da 1'' posso poi montare una attacco manubrio tipo quelli da corsa per poi montare un manubrio con diametro centrale da 31,8 mm?

 

Sì. Ti devi prendere un adattatore tipo quello nell'immagine sotto, che trovi anche alla Decathlon o da un ciclista minimamente attrezzato. Con meno di 10 euro te la cavi. Lo serri come una normale pipa e poi sopra ci vai a installare l'attacco manubrio da 31,8 mm. 

profile-stem-converter.jpg

scusami, ma ho un dubbio......dal ciclista ci sono 2 misure di questi adattatori .....una da 22 e qualcosa mentre l'altra da 25 e qualche altra cosa....  ;0)

io ho una forcella filettata acquistata qui sul forum da 1"......quale devo prendere?anche perchè varia se non sbaglio anche la misura della parte superiore!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted

 

Post esauriente. 

Ho una domanda su di una forcella filettata, quindi sulla quale si monta una serie sterzo standard da 1'' posso poi montare una attacco manubrio tipo quelli da corsa per poi montare un manubrio con diametro centrale da 31,8 mm?

 

Sì. Ti devi prendere un adattatore tipo quello nell'immagine sotto, che trovi anche alla Decathlon o da un ciclista minimamente attrezzato. Con meno di 10 euro te la cavi. Lo serri come una normale pipa e poi sopra ci vai a installare l'attacco manubrio da 31,8 mm. 

profile-stem-converter.jpg

scusami, ma ho un dubbio......dal ciclista ci sono 2 misure di questi adattatori .....una da 22 e qualcosa mentre l'altra da 25 e qualche altra cosa....  ;0)

io ho una forcella filettata acquistata qui sul forum da 1"......quale devo prendere?anche perchè varia se non sbaglio anche la misura della parte superiore!!!!

 

Scusa il ritardo.

Se la forcella è da 1'' significa che il suo diametro esterno è 25,4 mm mentre il diametro interno è 22,2 mm. Per cui, nel tuo caso, prendi l'adattatore da 22,2, che è larghezza dell'alloggiamento in cui andrai ad inserire il tuo adattatore :)

Al solito, il maestro Sheldon Brown toglie ogni dubbio: http://sheldonbrown.com/gloss_st-z.html#stem

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted

Scusate l'ignoranza!  posso sostituire una vecchia serie sterzo ( per forcella filettata ) con una headset? fà comunque il suo lavoro?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted (edited)

Scusate l'ignoranza!  posso sostituire una vecchia serie sterzo ( per forcella filettata ) con una headset? fà comunque il suo lavoro?

sì ma probabilmente dovrai sostituire anche la forcella, perché nelle serie sterzo filettate è il filetto che tiene insieme forcella e telaio, mentre nell'haedset è l'insieme ragno nella forcella (principalmente) e attacco manubrio

Edited by lo-fi boi (see edit history)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted

Metti un ragno all'interno della forca filettata e il gioco è fatto 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted

Se non fosse che le forcelle per serie sterzo classiche vengono tagliate a filo della serie sterzo stessa, mentre quelle per serie sterzo a-head sono più lunghe... Metti il ragno ma poi l'attacco manubrio dove lo fissi?

Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted

Mi sono sempre chiesto se su canotti da 1" montati con serie sterzo shimano e possibile montare una serie sterzo campagnolo.

Ci sono differenze nell'altezza delle varie calotte/gabbie?

Qualcuno ha avuto una esperienza del genere?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted

Mi sono sempre chiesto se su canotti da 1" montati con serie sterzo shimano e possibile montare una serie sterzo campagnolo.

Ci sono differenze nell'altezza delle varie calotte/gabbie?

Qualcuno ha avuto una esperienza del genere?

qualcuno si (io no) e pare che ci siano diverse altezze di ss (di filettate intendo, sulle non filettate il problema non si presenta all'atto pratico)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posted

Scusate se rispolvero un vecchio post, ma sto restaurando una vecchia bici con freni a bacchetta e ho bisogno del vostro aiuto. Arrivato alla forcella ho visto che ha le sfere libere e penso la serie di sterzo integrata; le sfere sono 3.2 mm di diametro e volevo sapere se è possibile sostituirle con una gabbia a sfere . se si, quale misura? Altrimenti qual'è la misura di sfere che devo comprare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.