Squadra Scarsi vs Tuscany Trail – Episodio 5: Il Signore dei Pignoni

Squadra Scarsi vs Tuscany Trail

Ormai ci siamo, o non ci siamo per niente, in un modo o nell’altro quando leggerete queste righe io (Richard) e Lui(gi) saremo a Massa di Carrara con altri 518 disperati e 7 atleti professionisti sponsorizzati da una nota marca di abbigliamento ciclistico progettata da un Giapponese e prodotta in Italia con materiali di altissima qualità.

Non QUESTO Giapponese.

In un momento di catarsi, di altissimo giornalismo, di noia mentre aspetto il corriere con gli occhiali del nostro amatissimo sponsor Oakley, di disperazione per aver finito le idee da scrivere, procederò adesso ad un elenco telegrafico delle sfighe che hanno attanagliato Squadra Scarsi nel build up alla partenza. Speriamo di esserci giocati tutti i bonus sfortuna prima di oggi.

In ordine sparso e in chiave Signore degli Anelli:

  • Un mago potente e barbuto ha fatto un incantesimo alla mia bici e ora la mia bici non esiste, in effetti, e quindi ne devo trovare un’altra

Il mago in questione

  • Ad un certo punto due raggi della ruota posteriore di Luigi, forgiati nel bosco dei raggi dagli elfi con gli occhi a mandorla, prendono coscienza della loro condizione e colti da un’ondata di nichilismo decidono di suicidarsi.
  • Decido di chiedere alle fucine reali di Fabrica Cycles una bici e i due ciclopi (ok, un ciclope e un ciclopino) riescono a farmela in tempo record, ma non reperisco in tempo i componenti per montarla a dovere

 

  • Luigi sostituisce i raggi ma il meccanico si dimentica di stringere la boccola del pacco pignoni, il quale salta via durante il giro nelle montagne della terra di mezzo del BAM 150!

Io, Luigi, Mike, Gatto e Fede al BAM 150

  • Trovo ua guarnitura adatta allo scopo (Sram x7) da montare sulla mia fiammante Fabrica, si trova in una grotta oscura (chiamata l’interwebs) difesa da un grande mostro a forma di gattino. Recupero la guarnitura ma il deragliatore che ho in casa non è compatibile perché Sauron sabota gli esseri umani moltiplicando all’infinito i cazzo di standard industriali. Altro che esercito di mostri, è bastato inventare l’octalink

Il gattino

  • Un bel giorno durante una delle nostre avventure Luigi fora, cambia la camera d’aria, il copertone va su tutto storto, passiamo una mattinata a bestemmiare (invece di pedalare) e alla fine viene fuori che il copertoncino si è deformato. Ha preso vita anche lui e come i raggi, resosi conto di essere solo un componente ciclistico, ha deciso di farla finita
  • Andiamo ad interrogare l’oracolo del Monte delle Incompatibilità ciclistiche e viene fuori che le uniche opzioni sono coperture da 160 euro la coppia che manco siamo sicuri entrino nel telaio
  • Decido di montare la guarnitura sulla mtb ma il precedente meccanico (che sicuro lavora per Sauron) non aveva ingrassato il movimento centrale che è diventato tutt’uno con il telaio. Grazie all’incantesimo delle mille bestemmie, imparato anni fa dai sacri meccanici del Ferrarashire, riesco a svitare e sostituire il tutto

Il Ferrarashire: come lo Shire del Signore degli Anelli, ma con molte più bestemmie

  • Luigi porta la bici da un meccanico esperto di MTB che vive nelle basse terre di sotto , freni a disco ed altre diavolerie moderne (che ti chiedi come faccia ad essere esperto di mtb che li le montagne non le vedono manco in foto) e viene fuori che la ruota è da raggiare di nuovo completamente, perché pare che abbia i raggi difettosi. Sauron?
  • Ah e i dischi (che hanno 500 km) sono finiti, da cambiare anch’essi. A sto giro a Sauron gli rigo i cavalli eh
  • Nel mentre la mia ruota libera decide di andare nel paradiso delle ruote libere, potete immaginare una scena tipo fine de Il Signore degli Anelli dove sulla barca al posto di Frodo c’è il corpetto della mia ruota posteriore. Mi ci vogliono 4 negozi e due settimane per trovare un ricambio
  • Il meccanico di Luigi finisce i raggi e non può raggiare la ruota

Il nostro meccanico di fiducia

  • Luigi contatta il buon Biagioli per una raggiatura d’emergenza, prende appuntamento per il giorno dopo, e nelle 24 ore successive Biagioli si rompe il pollice della mano destra. Un occhio fiammeggiante viene visto allontanarsi dall’officina subito dopo
  • Montata la guarnitura sulla mia mtb, pare che il telaio in mio possesso sia troppo “moderno” (ma è del 2014!!) e non esistono deragliatori con attacco al telaio compatibile con il mio
  • Siccome ci siamo mossi tardissimo, gli eroi che sono i ragazzi di Miss Grape fanno i salti mortali per procurarci le borse, che arrivano il giorno prima della partenza: zero prove di carico, zero giri con la bici in assetto da gara, zero di zero
  • Intanto il meccanico che aveva finito i raggi va nel bosco dei raggi e coglie dei raggi. Ma per ingraziarsi gli elfi del bosco dei raggi deve sacrificare il suo assistente, che infatti viene colto da un virus intestinale e rimane a casa il giorno successivo, rimandando di circa 8 ore la consegna della ruota del buon Luigi

Brindare con la birra calda, non c’è un cazzo da ridere

  • A Bologna intanto siamo sotto elezioni, e l’attuale sindaco spera nella rielezione attraverso mezzucci populisti come il divieto di vendere birre fresche ai negozianti del subcontinente indiano che operano nel centro storico. Risultato: beviamo birre calde da un mese. Cosa c’entra? Non lo so, ma il nostro umore è pessimo

Bene, direi che ho reso l’idea. Ora noi impacchettiamo tutto e partiamo. Quando leggerete queste righe lamentose porbabilmente noi saremo già sotto la pioggia, quindi seguiteci nelle nostre avventure dei prossimi giorni su Instagram: quello ufficiale di Fixedforum e quello ufficialissimo di Squadra Scarsi.

Fate mille likes!

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>